Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Tecnologia, studenti in corsa per Eco Shell Marathon 
«Con la nostra auto trasmettiamo tutta la sicilianità»

Dopo l'esperienza di Londra, quest'anno il team Eco-Hy­brid Ka­ta­ne formato da studenti di Ingegneria ci riprova in Francia. «Etna Revo 2.0 è più all'avanguardia del primo modello ed è creata interamente dal nostro gruppo. È questo il valore aggiunto», commenta il team leader Antonio Gurgone a MeridioNews

Giorgia Lodato

«Noi siciliani sappiamo fare le cose bene con poco». Sta tutto qui il segreto di Eco-Hy­brid Ka­ta­ne, il team di aspiranti ingegneri del­l’U­ni­ver­si­tà di Ca­ta­nia che  dal 29 maggio all’1 giugno volerà a Le Mans, in Francia, per partecipare a Shell Eco-marathon France 2018. «Quest’anno gareggeremo nella categoria Challenge con Etna Revo 2.0», spiega l’ingegnere Antonio Gurgone, team leader, che l’anno scorso ha presentato a Londra l’innovativa vettura in occasione della 33esima edi­zio­ne dell’evento. «Teniamo tantissimo al nome – aggiunge - perché per noi il progetto va oltre la mera progettazione e realizzazione dell’auto. Quello che cerchiamo di fare, invece, è dare un’impronta di sicilianità al progetto, visto che non si sente parlare d’altro che di fuga di cervelli».

Il territorio siciliano, spiega l’ingegnere, non offre particolari risorse, specialmente parlando di tecnologia. Ma in un certo senso sta proprio qui la forza del team di universitari che sta lavorando alla progettazione e alla realizzazione del nuovo modello di macchina ibrida. Che ha come responsabile scientifico il prof. Rosario Lanzafame, or­di­na­rio di Meccanica e Si­ste­mi Ener­ge­ti­ci. «Dovendo stare al passo con America, Europa, Africa e Asia dobbiamo cercare di arrivare per lo meno alla loro tecnologia – chiarisce Gurgone - cosa che bene o male riusciamo a fare anche tramite sponsorizzazioni e collaborazioni esterne». Per il progetto di quest’anno un grosso contributo arriva dall’azienda Umas Technology di Piazza Armerina, che sta fornendo supporto tecnico alla squadra gui­da­ta da Antonio Gur­go­ne, ma anche dall’ateneo catanese.

Per la sola fase di progettazione ci sono voluti tre mesi e mezzo, ma Etna Revo 2.0 – che sarà in grado percorrere Catania-Palermo e ritorno con un litro di combustibile - rispetto al modello precedente ha un design più accattivante, è aerodinamica e all’avanguardia. E, soprattutto, tutte le componenti che ne fanno parte sono state create direttamente dagli studenti. Un dettaglio di non poco conto.

«Ce la stiamo mettendo tutta – sottolinea il leader - non solo per vincere la competizione, ma per far capire ai giovani che fuori Catania c’è un mondo completamente diverso da quello a cui sono abituati, che punta molto su ricerca e tecnologia. E che stiamo cercando, con non pochi sforzi, di portare anche a Catania».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×