Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Nascondeva in casa mezzo chilo di marijuana
Irruzione dei carabinieri dopo appostamento

In manette è finito il 44enne Salvatore Greco, che dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A insospettire i militari è stato il via vai di giovani nell'appartamento a San Cristoforo. L'uomo, in attesa del processo per direttissima, è stato condotto ai domiciliari

Redazione

I carabinieri della compagnia di piazza Dante hanno arrestato in flagranza di reato il 44enne Salvatore Greco. L'uomo è ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostane stupefacenti.

A mettere i militari sulla pista giusta è stato il via vai di giovani da un'abitazione nel quartiere San Cristoforo. Le forze dell'ordine, dopo alcuni giorni di appostamento, ieri sera hanno fatto irruzione nell’appartamento di Greco in cui, previa perquisizione, sono state rinvenute e sequestrate otto buste di plastica contenenti della marijuana del peso complessivo di circa 500 grammi. L’arrestato, in attesa del processo per direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×