Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Fame di libertà

Domenica, davanti al Residence degli Aranci di Mineo, manifestazione e pranzo di solidarietà coi migranti organizzata da Rifondazione Comunista, Rete Antirazzista Catania e altre associazioni di volontariato. Mentre in paese gli abitanti dicono la loro sulla presenza degli extracomunitari - Dentro il Cara di Mineo

Nelly Gennuso



«I richiedenti asilo politico di Mineo andavano protetti nelle strutture da cui sono arrivati. Perché è lì che hanno iniziato un processo di socializzazione e il loro lavoro giuridico affinché venisse riconosciuto il loro diritto» spiega al microfono Antonio Mazzeo, giornalista e autore del libro “I padrini del ponte”, durante la manifestazione della solidarietà di fronte al Villaggio degli Aranci, organizzata da Rifondazione Comunista e dalla Rete Antirazzista di Catania domenica scorsa.

Tra i manifestanti, tanti i migranti del centro interessati soprattutto ad ascoltare le parole di un tunisino che al microfono ha letto in lingua araba il numero verde per i richiedenti asilo politico. Tutti si sono apprestati a registrarlo sul proprio cellulare. Alcuni lo hanno scritto su un pezzo di carta. E mentre ai ragazzi stranieri veniva offerta, dopo un pranzo solidale, assistenza legale e indumenti smessi da indossare, al centro di Mineo qualche abitante esprimeva le proprie considerazioni circa la loro presenza in paese.

«La situazione si è un po' calmata. E tutto sommato non è stata mai così pesante. Solo lunedì scorso, quando circa duecento di loro volevano salire su un solo pullman» spiega Giovanni, barista del luogo. E continua: «Non hanno mai disturbato: consumano, pagano. La freddezza che c'è in giro nei confronti di queste persone ci ha colti un po' di sorpresa». Gli domando cosa accadrà quando questi ragazzi finiranno i soldi, e quindi di spendere in paese. «E' una bella domanda. E non le posso rispondere. Non so in che condizioni sono e quanto gli dureranno questi soldi. Fino ad adesso non posso dire niente».   

E non sono mancati neanche i commenti dei clienti del bar: «Se ci fosse da mangiare, io glielo darei» sbotta un signore mentre beve la sua birra. «Se il sindaco ha deciso così, che possiamo farci? Certo se fanno male, non è corretto» spiega l'amico dagli occhi azzurri intromettendosi. E poi continua: «Comanda il Governo, cosa possiamo fare? Se si comportano bene, a noi sta bene. Altrimenti li spariamo». Il nonnino sembra stia scherzando. Gli chiedo se è così. E lui risponde sorridendo: «Sempre io scherzo».





[Foto di Rosy Parrulli]


MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews