Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Area etnea, alle 19 l'affluenza è al 46,91 per cento
Lunghe file ai seggi elettorali per matrici antifrode

Le operazioni di voto si concluderanno alle 23, ma intanto dai Comuni arriva l'invito a non recarsi tardi ai seggi. Colpa delle code per i codici alfanumerici, novità introdotta in questa tornata elettorale per evitare il voto di scambio. Tra le cittadine della provincia di Catania il primato è di Sant'Agata li Battiati

Redazione

Manca sempre meno alla chiusura dei seggi elettorali e la Sicilia è l'ultima Regione in Italia per numero di votanti. Intanto il rilevamento delle ore 19 segna un affluenza in provincia di Catania del 46,91 per cento. In Sicilia il dato è di 47,06 per cento. Tra le province siciliane le percentuali più basse sono quelle di Caltanissetta e Agrigentoconfermando così il trend delle ore 12, quando erano stati diffusi dal ministero dell'Interno i primi dati sul numero di italiani che si erano presentati ai seggi elettorali. Il capoluogo etneo alle 19 segna il 45,40 per cento di affluenza. A primeggiare tra i Comuni della fascia etnea è ancora Sant'Agata li Battiati con quasi il 60 per cento di persone alle urne. Diverse le cittadine dove si è superato la metà degli aventi diritto che hanno deciso di presentarsi per esprimere la loro preferenza in queste politiche 2018. 

I seggi, come in tutto il Paese, chiuderanno alle ore 23. Subito dopo inizieranno le operazioni di spoglio con priorità alle schede gialle per il Senato. A Catania, intanto, un ragazzo di 21 anni per errore è riuscito a votare anche per palazzo Madama, nonostante l'età minima è di 25 anni. MeridioNews ha raccolto la sua testimonianza esclusiva

Da registrare anche lunghe file ai seggi. Il motivo è legato alla novità assoluta di queste elezioni, ovvero la matrice antifrode che viene applicata in ogni scheda elettorale. Il codice alfanumerico viene registro accanto al nome dei cittadini nell'apposito registro ma viene staccato prima che le schede finiscano nei contenitori. Un metodo sperimentato per la prima volta che dovrebbe evitare episodi di voto di scambio, con schede che entravano nei seggi già segnate. Proprio per questo motivo dai Comuni arriva l'invito di non recarsi alle urne all'ultimo minuto per esercitare il proprio diritto.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×