Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Nel centro massaggi un giro di prostitute
Sequestrato il locale, indagata la titolare

La donna, di nazionalità cinese, è accusata di sfruttamento della prostituzione, false attestazioni a pubblico ufficiale e impiego di lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno. La polizia ha identificato alcuni clienti: da loro la conferma che nella struttura si effettuavano massaggi con prestazione sessuale finale

Redazione

Proseguono i controlli della polizia mirati alla prevenzione e repressione del fenomeno dello sfruttamento della prostituzione a Catania. Nel centro città, ieri, è stato effettuato un blitz in un centro estetico dove si è proceduto ad indagare in stato di libertà la titolare, X. H., per i reati di sfruttamento della prostituzione, false attestazioni a pubblico ufficiale e impiego di lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno.

La titolare del centro massaggi, X. H.

Il locale è stato sottoposto a sequestro penale preventivo. I poliziotti del commissariato Borgo Ognina hanno anche proceduto al sequestro penale dei presunti proventi derivanti dall'attività di prostituzione, di quattro telefoni cellulari - le cui utenze telefoniche rimandano a siti di annunci escort-trans - e altra documentazione attestante il collegamento del centro all'attività illegale di prostituzione.

I fatti traggono origine da una precedente attività di polizia giudiziaria e osservazione a seguito della quale è emerso che il centro massaggi, privo di autorizzazione comunale, di fatto era gestito quale luogo di prostituzione in cui, tra l’altro, è stata identificata una dipendente di nazionalità cinese senza permesso di soggiorno e senza alcun titolo attestante la sua professione di massaggiatrice.

Sono stati identificati diversi clienti stranieri e italiani i quali, anche se con imbarazzo, hanno confermato di aver corrisposto una somma di denaro in cambio di massaggio con prestazione sessuale finale (50 euro per 60 minuti, 30 euro per 30 minuti).

A richiesta, la titolare avrebbe anche garantito, durante il massaggio, un intrattenimento musicale con uno strumento tipico cinese.

Attesa la mancanza di autorizzazione comunale, sul posto è intervenuta anche il reparto Annona della polizia municipale di Catania, che ha contestato la mancanza dell’iscrizione albo artigiani e dell’autorizzazione nonché l’esposizione di cartellonistica pubblicitaria sulla strada pubblica, senza la prescritta autorizzazione.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×