Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Comunali Acireale, il patto centrodestra-Sammartino
Mollato Pd che confluisce su candidatura Rito Greco

Il candidato sindaco sarà Michele Di Re, sconfitto nel 2014 dall'esponente di Cambiamo Acireale, oggi ai domiciliari con l'accusa di corruzione elettorale. A sostenerlo ci sarà pure una lista che fa riferimento al deputato dem. La scelta è arrivata dopo che il centrosinistra ha incassato il rifiuto dell'avvocato Enzo Di Mauro

Simone Olivelli

Per ora le liste sono otto, ma a detta dello stesso candidato sindaco Michele Di Re la coalizione potrebbe ulteriormente allargarsi. Ad Acireale il centrodestra punta sull'economia di scala per cercare di ritornare alla guida della città, dopo i quattro anni di amministrazione di Cambiamo Acireale, il movimento che nel 2014 si presentò agli elettori con la promessa di mettere fine al decennio targato Nino Garozzo, riuscendo a eleggere l'ingegnere Roberto Barbagallo. Quel progetto - immaginato e voluto dal deputato regionale di Sicilia Futura Nicola D'Agostino - nei mesi scorsi si è però bruscamente interrotto, con l'accusa di corruzione elettorale nei confronti del primo cittadino.

Tale preambolo è necessario per capire la genesi della coalizione che sosterrà Di Re, candidatosi nel 2014 con cinque liste, divenute poi sei al ballottaggio, dove però uscì nettamente sconfitto. L'improvvisa scoperta di un'imminente nuova elezione, a cui tuttavia si è arrivati dopo settimane nelle quali c'era chi credeva che il commissariamento dell'ente potesse spingersi ben oltre la data della prima tornata di Amministrative, ha infatti creato la necessità di velocizzare le trattative tra le varie parti politiche. Ma soprattutto messo molti davanti a un bivio: rimanere fedeli al proprio campo di riferimento o cercare un riposizionamento, tenendo conto dei possibili effetti sul voto delle recenti notizie provenienti da piazza Verga. 

In tal senso, è da leggere in questa ottica la decisione dei sammartiniani acesi, riuniti nella lista Viviamo Acireale, di valicare il confine - di per sé labile - e confluire nel centrodestra. La scelta sarebbe figlia soprattutto della consapevolezza che per il centrosinistra, e in particolar modo le truppe dagostiniane, la strada si preannuncia in salita. A riguardo, è di ieri la notizia del nome su cui il Pd e le liste che ruoteranno attorno a esso punteranno: a spuntarla, alla fine, è stato il consigliere uscente Rito Greco. Già candidato nel 2004 a guida di una coalizione che andava dall'Udc ai Ds, Greco è stato chiamato in causa dopo settimane di corteggiamento, rivelatosi poi infruttuoso, dell'avvocato penalista Enzo Di Mauro. E proprio intorno a quest'ultimo ruota quello che fin qui rappresenterebbe il principale retroscena di una campagna elettorale al momento ancora sottotono. Stando ai bene informati la rinuncia di Di Mauro, che nei giorni scorsi ha spiegato sui social network i motivi che lo hanno spinto a declinare la proposta, avrebbe causato lo spostamento di ben tre liste dall'ipotetica coalizione di centrosinistra verso la compagine a sostegno di Di Re. Oltre ai già citati sammartiniani, nei confronti dei quali nelle ultime ore si sono alzati i malumori dell'area dem, altre due liste - ufficialmente civiche, ma i cui componenti sono storicamente vicini al centrodestra - sarebbero state in dubbio fino all'ultimo sul candidato sindaco da supportare. Perplessità rientrate nel momento in cui Di Mauro ha ufficializzato che non sarebbe stato della partita. 

«Ho avuto l'adesione di otto liste, ma la coalizione è assolutamente aperta a chiunque altro volesse approcciare questo progetto», ha detto ieri Di Re in conferenza stampa. Il candidato sindaco ha rivendicato la natura civica dell'idea di riprovare a diventare primo cittadino di Acireale. Un assioma con cui già nel 2014 si presentò agli acesi, proponendo la lista Trenta per Acireale, che avrebbe dovuto raccogliere professionisti slegati dalle logiche politiche. Alla fine, però, Di Re accolse l'appoggio ufficiale del centrodestra e del suo principale ras nella città dei cento campanili: l'ex parlamentare nazionale Basilio Catanoso. Quest'anno, invece, l'intesa è arrivata senza schermaglie preliminari e così Di Re sarà sostenuto da Forza Italia, Diventerà bellissima, Fratelli d'Italia, Udc, Viviamo Acireale, Giovani per Acireale, Fatti avanti Acireale, Direzione Acireale, Acireale Civica.  

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews