Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Evasi 2,8 milioni da quattro associazioni sportive
Finte no-profit realizzavano profitti per i dirigenti

I finanzieri del comando provinciale di Catania hanno scoperto la reale natura commerciale delle strutture con sede a Pedara, Viagrande e Aci Castello. Sotto la veste formale di associazione dilettantistica, senza alcun guadagno dichiarato al fisco, in realtà si sarebbero nascoste imprese commerciali

Redazione

Associazioni senza scopo di lucro che, in realtà, avrebbero realizzavato profitti da distribuire poi agli amministratori e ai componenti del consiglio direttivo. Questo hanno scoperto i finanzieri del comando provinciale di Catania dopo quattro controlli svolti nei confronti di quattro strutture sportive etnee con sede a Pedara, Viagrande e Aci Castello. Sotto la veste formale di associazione dilettantistica (quindi senza alcun guadagno dichiarato al fisco), si sarebbero nascoste invece imprese commerciali che offrivano agli sportivi corsi di ogni tipo. Dalla pallavolo al calcio e dal nuoto al fitness.

I militari delle fiamme gialle, attraverso l’esame della documentazione contabile, hanno scoperto la reale natura commerciale degli enti no-profit. Dai controlli è emerso, infatti, che tutti i frequentatori dei circoli sportivi sarebbero stati iscritti come soci dell’associazione sportiva, senza averne mai fatto domanda. Tramite questa falsa attestazione, le quote annuali o mensili da loro versate, dal punto di vista fiscale, sarebbero risultate come contributi non tassati

Inoltre, le palestre controllate avrebbero ottenuto importanti guadagni dalle sponsorizzazioni a favore di diverse imprese del catanese, che avrebbero versato nelle casse degli enti somme consistenti soprattutto per l’affissione di striscioni pubblicitari all’interno delle strutture sportive e per far utilizzare agli atleti magliette e pantaloncini con i loro loghi.

Tutto questo sistema sarebbe servito alle palestre per ottenere i requisiti di accesso alle agevolazioni fiscali previste a favore delle associazioni senza scopo di lucro. Adesso, i finanzieri hanno disconosciuto tutti i vantaggi fiscali di cui le strutture avrebbero indebitamente beneficiato dal 2012 per un volume d'affari complessivo di due milioni e 800mila euro. Per le violazioni riscontrate, gli amministratori delle palestre sono stati segnalati all’agenzia delle Entrate per il recupero di oltre 900mila euro di imposte non dichiarate al fisco e per l’applicazione delle sanzioni tributarie.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×