Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Iscrizione all'albo che non c'è
Il Comune tenta la corsa al riparo

I gruppi cittadini richiedono l'iscrizione all'albo comunale delle associazioni. Indispensabile per partecipare attivamente alla vita politica della città. Un'azione provocatoria, perché dell'albo nessuno ne ha conoscenza, neanche il presidente del consiglio comunale Consoli

Desirée Miranda

Ieri mattina 26 associazioni catanesi hanno consegnato all’ufficio protocollo del Comune di Catania una richiesta formale di iscrizione all’Albo comunale delle associazioni. Una pratica necessaria - prevista dall’articolo 41 dello statuto - perché anche le associazioni, come i liberi cittadini, possano partecipare attivamente alla vita politica della città. Pura burocrazia, se non che l'albo non risulta essere ancora operativo. E, d’altra parte, lo stesso regolamento per la partecipazione democratica è stato approvato dal consiglio comunale soltanto lo scorso 25 ottobre 2010. Dopo un’attesa di circa 15 anni.

«La nostra richiesta vuole essere provocatoria, perché sappiamo che non esiste nessun albo – dice Mirko Viola del comitato cittadino Noi decidiamo e promotore dell’iniziativa – Ma anche propositiva». «Con l’istituzione dell’albo infatti anche le associazioni, e non solo i liberi cittadini, possono partecipare attivamente alla vita amministrativa della città» spiega. Ancora nessun riconoscimento invece per Città insieme, Agesci, Akkuaria, Arci, Artists and creatives, Asaec, Asaae, Ashram (Multikulti), Centro Astalli, Cives pro civitate, Comitato per i diritti civili Catania, Comitato porto del sole, Etna ‘ngeniusa, Gapa, Gas tapallara, Greenpeace (gruppo locale di Catania), Italia nostra, Laboratorio della politica, La città felice, Legambiente, Liotro, Manitese Sicilia, Polis, Rita Atria, The hub Sicilia e Wwf Catania. Tra le più note e coinvolte nella vita sociale della città.

Diritto di udienza, di presentare istanze, schemi di deliberazione, petizioni e diritto di referendum popolare sono gli strumenti riconosciuti dallo statuto comunale. Il loro iter di presentazione si semplifica se richiesti da cittadini organizzati in associazioni. Come le petizioni, ad esempio, che possono essere presentate da un numero non inferiore a 500 cittadini oppure da tre associazioni. Purché iscritte all’albo, appunto.

«Non so se non sia mai stato istituito» ammette Marco Consoli, presidente del consiglio comunale. «Controllerò – promette – E, se così fosse, presenteremo richiesta formale al sindaco perché si proceda subito». «È assurdo che ancora non ci sia - conclude - E' doveroso da parte nostra porre rimedio».

[Foto di Add rien

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×