Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Elezioni Biancavilla, parla Carmelo Mignemi
«Monte Calvario? Serve bonifica abitazioni»

L'ex consigliere è riuscito a unire le litigiose anime del Pd. Dal suo passato nel centrodestra viene uno dei paradossi di questa campagna elettorale: nel 2013, infatti, sosteneva uno dei suoi attuali sfidanti, Antonio Bonanno. «Nella nostra coalizione non c'è gente obbligata a stare assieme», dichiara

Salvatore Caruso

Carmelo Mignemi, 51enne coordinatore infermieristico in una struttura sanitaria privata, sposato e padre di due figli, è il candidato sindaco del centrosinistra a Biancavilla. Ѐ lui l'uomo che ha il sostegno del sindaco uscente Pippo Glorioso e delle correnti del Pd che fanno riferimento al renziano Luca Sammartino e ad Angelo Villari, area Cgil. Mignemi è già stato consigliere comunale dal 2008 al 2013 nelle fila dell'allora Popolo della libertà. Da qui uno dei paradossi di queste Amministrative: lui stesso, alle elezioni del 2013, aveva ispirato una lista civica che sosteneva Antonio Bonannol’attuale candidato del centrodestra e suo principale sfidante. Un anno dopo l’elezione, i consiglieri eletti nella sua lista entrano nella maggioranza di Glorioso, un passaggio coinciso con l’adesione di Sammartino e Valeria Sudano al Pd. Tre le liste che lo sostengono: Biancavilla 2.0, Partito Democratico e SiAmo Biancavilla. Quattro gli assessori designati da Mignemi: Rosanna Bonanno, Giusi Distefano, Carmelo Milazzo e Dino Lanza.

Perché la sua candidatura a sindaco? Da dove si parte? 
«La mia candidatura nasce a Biancavilla e non nei tavoli politici provinciali: nasce dalla condivisione e dall'entusiasmo di una grande squadra che vuole scommettersi per mettere passione, impegno e competenza al servizio della città. Fanno parte della mia coalizione liste molto forti che rispecchiano perfettamente la società. Non ci sono persone obbligate a stare insieme, ma gente che ha il piacere di condividere un modello di città proiettata al futuro».

Perché scegliere Mignemi e non altri candidati sindaci?
«La mia storia personale e professionale parla per me: il mio lavoro mi mette costantemente in contatto con tanti cittadini che vogliono essere prima di tutto ascoltati. C’è una Biancavilla positiva che vogliamo rappresentare con onestà e umiltà. Qui non ci sono professionisti della politica, altri si ripresentano pur essendo stati bocciati sempre. Abbiamo un programma elettorale fatto di impegni concreti e possibili e non promesse irrealizzabili come avviene negli altri schieramenti».

Monte Calvario: si continua a morire per tumore alla pleura .Quando i lavori di totale bonifica dell'area saranno realizzati?
«Ho già assunto alcune informazioni e proprio in queste ore si sta svolgendo a Roma un incontro che potrebbe dare risposte concrete: i lavori dovrebbero cominciare a febbraio, perché sono già stati trasferiti 19 milioni di euro alla Regione, poi sarà l'Urega a fare le gare per la realizzazione della bonifica di Monte Calvario. Ma dobbiamo guardare pure oltre, alla bonifica degli intonaci della abitazioni private e agli indennizzi per le famiglie dei malati e delle vittime, come avviene nei casi di amianto. Questa è la sfida».

Percentuale differenziata che stenta a decollare. Come si interviene?
«In realtà, i dati di raccolta differenziata a Biancavilla sono positivi: ad aprile è stato sfiorato il 60 percento, grazie al servizio porta a porta nel centro abitato e nella zona delle Vigne durante il periodo estivo. Bisogna incentivare la cultura del riciclo nelle scuole, contrastare il fenomeno delle microdiscariche con una riorganizzazione della videosorveglianza e chiedere alla Regione impianti di compostaggio aperti perché è quest'ultimo aspetto che blocca i processi virtuosi dei Comuni».

Legalità e controllo territorio. La città si è svegliata e ribellata contro la mafia, vedi il caso di imprenditori che denunciano. Come si fa ad incentivare le vittime del racket a denunciare i propri aguzzini?
«Biancavilla con i gesti di giovani coraggiosi e di tante altre persone che collaborano con le forze dell'ordine dimostra di essere una realtà sana che vuole guardare al futuro. L'amministrazione comunale deve stare al fianco di questi concittadini. Garantiremo maggiori servizi nell'ambito dello sportello antiracket Libera Impresa già attivato come presidio di legalità, di ascolto e di stretto contatto con le Istituzioni».

Sviluppo economico. Il rilancio dell'economia della città può arrivare da contrada Piano Rinazze e da altre aree artigianali del territorio oppure attraverso altri progetti?
«La scommessa è mettere in contatto le zone periferiche con le arterie stradali, per questo pensiamo alla realizzazione della circonvallazione Sud che è già progettata per mettere in rete il centro abitato con contrada Scirfi, mentre la circonvallazione nord dovrà collegare con Adrano: ciò consentirà un incremento di imprese e aziende produttive che con la mia Amministrazione potranno avere degli sgravi nelle tasse della spazzatura e dell'acqua se assumeranno disoccupati di Biancavilla. Occorre pensare artigianato e agricoltura come un processo di sviluppo unico con marchi di qualità».

Resta un mistero l'inaugurazione e la conseguente operatività del nuovo padiglione dell'ospedale Maria Santissima Addolorata. Come intende muoversi una volta eletto?
«L’ospedale deve aprire subito e siamo convinti che ciò accadrà, perché è già tutto pronto per accogliere i nuovi reparti previsti dalla rete sanitaria regionale. Sarà il mio primo impegno da sindaco, come pure lo sblocco della pista dell'elisoccorso, già finanziata, e la realizzazione di un ambulatori oncologico come primo front-office per i pazienti di Biancavilla e i medici di famiglia che possa dare un primo consulto gratuito e immediato alla gente: non a caso, questo è il primo punto del mio programma elettorale».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×