Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

L'iPhone 4S arriva in Italia
Cronaca semiseria di un'attesa

Apertura straordinaria dei negozi Tre programmata in tutto il Paese per accogliere il nuovo gioiellino della Apple. A Catania non tutti i punti vendita si allineano e i clienti rispondono senza il tipico clamore statunitense. Ma non per questo il neonato della Mela morsicata passa inosservato. Il racconto del nostro esperto hi-tech

Daniele Bazzano

Chi si aspettava le tipiche file interminabili, i sacchi a pelo e le facce assonnate delle foto made in Usa, forse sarà rimasto deluso. Tuttavia, nonostante l'assenza dei consueti fanatismi statunitensi, anche Catania ieri sera ha voluto salutare l'arrivo del nuovo nato in casa Apple: l'iPhone 4S.

Ma non da sola. In tutta Italia, l'operatore H3G (Tre, per gli amici), ha deciso di cavalcare l'isterismo di massa che accompagna l'uscita di ogni prodotto della Mela morsicata. Ad alcuni negozi delle maggiori città italiane è stato infatti chiesto di aprire in via straordinaria alle 22, per iniziare a raccogliere le prenotazioni del nuovo iPhone ed far partire le vendite a 00:01.

Un evento imperdibile. Incurante della pioggia, salgo in auto e mi dirigo verso uno dei Tre store di cui era stata segnalata l'apertura. Chiuso. Te pareva. Proviamo il secondo allora. Chiuso. Ok, il terzo sarà quello giusto, non c'è dubbio. Chiuso.

Lo sconforto prende il sopravvento, quando penso all'ultima alternativa possibile: il negozio dei Quattro Canti, in pieno centro storico. Aperto finalmente! Si vede che siamo in Italia, ognuno fa come diavolo gli pare.

Varcando la soglia, è subito chiaro che l'atmosfera è quella delle grandi inaugurazioni. Gente ben vestita, rinfresco pieno di prodotti tipici sul tavolo e distinti curiosi che si aggirano per il negozio in attesa trepidante.

Dopo una polpetta vegetariana, un quadratino di pasta col macco e due bicchieri di vino, mi avvicino anch'io per chiedere informazioni: «Salve, c'è una lista dove inserire il proprio nome?». «Sì, stiamo raccogliendo le prenotazioni… Lei è interessato?», chiede un commesso con sguardo tra il timido e il terrorizzato. No, la mia è solo curiosità. E il ragazzo si rilassa: «Eh, non ne abbiamo tantissimi». Saranno tutti già prenotati, immagino, e invece scopro con stupore che no, «qualcuno è rimasto». «Ma quanti ne avete, una cinquantina?», chiedo. «Cinquanta sono esagerati, diciamo una trentina». Mi vengono in mente allodole e specchi, chissà perché.

Ringrazio e mi congedo tendendo l'orecchio per ascoltare i commenti dei presenti. Mi sembra che, tutto d'un tratto, si siano materializzati davanti a me quegli aficionados da forum che sbavano dietro ai prodotti Apple: «Non sto più nella pelle, ma quando esce? F-O-R-Z-A!», «Speriamo che l'antenna prenda meglio del 4, ho sentito che è una meraviglia!», «…Siri, ma li hai visti i video di Siri?!», «Che palle che da noi esce sempre dopo 'sto iPhone!», «Questo 4S è perfetto per aspettare con tranquillità il 5!». Eh, altrimenti, sai che ansia. Proprio la stessa attesa che c'è per le votazioni parlamentari. Ma c'è la crisi e ci si concentra sulle priorità, si capisce.

Passano i minuti e siamo ormai alla mezzanotte, con i primi fortunati che ricevono il loro agognato pacchettino e tornano a casa gongolanti come dopo una vincita al Superenalotto.

Sì, mancava un po' quell'atmosfera festosa da Apple Store con la ola e le canzoncine che accompagnano i primi acquirenti di un nuovo prodotto, ma ci sarà tempo di rifarsi. A giugno esce l'iPhone 5. Non sto già più nella pelle.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×