Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Elezioni amministrative 2018 al Comune di Acireale
Eletti in Consiglio comunale prima del ballottaggio

Il 24 giugno gli elettori della città dei cento campanili saranno chiamati a decidere tra Michele Di Re e Stefano Alì. Sulla base di chi sarà il vincente, cambierà anche la geografia del Consiglio comunale. Ecco, però, gli eletti certi. Leggi i nomi

Carmelo Lombardo

Ad Acireale sarà ballottaggio. Il 24 giugno gli elettori della città dei cento campanili saranno chiamati a decidere tra Michele Di Re, con il 38 per cento dei voti, supportato da sette liste e i partiti di centrodestra; e Stefano Alì, espressione del Movimento Cinque Stelle, fermatosi a 21 punti percentuali. Quello di Acireale era un appuntamento politico attesissimo, se si considera che la città barocca, per numero di abitanti e importanza politica, è una delle più importanti dell’area metropolitana. 

A questo si vanno ad aggiungere i fatti di cronaca che hanno visto l’ex sindaco Roberto Barbagallo agli arresti, accusato di voto di scambio. L’ex giunta Barbagallo cambia volto, affidandosi a Rito Greco, in passato tra le file del centrodestra, per tentare di seguire la linea della continuità. Ma per gli uomini dell’onorevole regionale Nicola D’Agostino – vistosi poco o nulla durante la campagna elettorale -, questa competizione è risultata poco redditizia. Le liste a sostegno di Rito Greco vanno oltre il 20 per cento, annoverando pure il risultato roboante di Sabrina Renna, che si riconferma consigliera con 914 preferenze, risultando la più votata. 

Discorso diverso per il candidato sindaco, arrivato terzo alle spalle di Di Re, Alì e l’ex sindaco Nino Nicotra. Quest’ultimo, tornato dopo l’assoluzione dai fatti che negli anni Duemila lo hanno portato agli arresti, ha rincorso Alì nel tentativo di andare al ballottaggio. Ma l’essere stato alla guida della città non è bastato per contendere la carica a Di Re. In ultimo figura Giusi Brischetto. L’ex assessora nella prima sindacatura di Nino Garozzo, con il simbolo che esaltava il nome della Lega di Salvini si è attestata al quattro per cento, un risultato niente male, sebbene la lista abbia raccolto la metà delle preferenze.

Qui di seguito i consiglieri che andranno con certezza al consiglio comunale. Per i restanti eletti al consiglio si dovrà attendere l’esito del ballottaggio, dove la coalizione vincitrice potrà contare di un premio di maggioranza di 14 consiglieri. Tranne nell’ipotesi di eventuali apparentamenti in vista del ballottaggio: in questo caso verrebbe meno il premio di maggioranza e i seggi saranno ripartiti secondo i criteri del proporzionale puro sulla base dei voti delle liste.

Consiglieri per la coalizione a sostegno di Michele Di Re (centrodestra e liste civiche)

Forza Italia 
Francesco D’Ambra Francesca (731)
Valentina Pulvirenti (683)

Diventerà Bellissima 
Ferlito Giuseppe (488)

Viviamo Acireale 
Fazzio Orazio (695)

Direzione Acireale 
Alessandro Coco (370)

Consiglieri a sostegno di Stefano Alì (Movimento cinque stelle)
Abbotto Sonia (351)
Doriana Zappalà (340)

Consiglieri a sostegno di Rito Greco (centrosinistra e liste civiche)

Movimento per Acireale 
Sabrina Renna (914)
Lorenzo Leotta (706) 

Acireale Democratica 
Gaetano Di Mauro (697)

Consiglieri a sostegno di Nino Nicotra (Liste civiche)

Civicamente
Giuseppe Vasta (524)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews