Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Elezioni '18 ad Adrano, gli eletti senza il ballottaggio
Ecco la composizione del nuovo Consiglio comunale

Si dovrà attendere il ballottaggio per conoscere il nome del prossimo primo cittadino adranita. La coalizione di Aldo Di Primo, però, ha superato il 60 per cento delle preferenze e dovrebbe comunque ottenere il premio di maggioranza. Leggi i nomi

Salvatore Caruso

Saranno Aldo Di Primo e Angelo D’Agate a contendersi la poltrona di primo cittadino di Adrano. Sono chiamati a confrontarsi il prossimo 24 giugno in un ballottaggio che si preannuncia alquanto incerto e non del tutto facile. Aldo Di Primo è stato il candidato sindaco più votato con 7029 voti pari al 38,06 per cento delle preferenze. Un numero di voti non sufficienti, nonostante fosse sostenuto da sei liste raffiguranti un centrodestra unito e compatto, per raggiungere il quorum necessario per essere eletto al primo turno. Al secondo posto è giunto Angelo D’Agate che ha raccolto 5983 voti, pari al 32,40 per cento di preferenze, sostenuto da due civiche ma con forti connotazioni di centrosinistra. Aldo Di Primo o Angelo D’Agate, al di là dell’esito del ballottaggio, avranno uno dei due un seggio al consiglio comunale. 

Terzo Nicola Monteleone il quale ha conquistato 5456 voti, pari al 29,54 per cento; un risultato negativo su cui l’entourage di Monteleone, sostenuto da due civiche, mastica amaro. Per la composizione dell’assise civica non dovrebbe essere necessario attendere l’esito del ballottaggio visto che la coalizione che sosteneva Di Primo ha ottenuto il 60 per cento delle preferenze, bastevoli per fare scattare il premio di maggioranza. Di conseguenza se Di Primo dovesse vincere si ritroverà in consiglio una maggioranza di 15 consiglieri; se invece dovesse affermarsi D’Agate avrà in consiglio solo cinque consiglieri a sostenerlo. Una nota: la lista Noi con Salvini-Lega è stata la lista più votata con 2232 consensi, pari al 12,32 per cento del totale. In sostanza Adrano ha assunto una forte connotazione leghista.

Ecco, dunque, i 24 eletti al Consiglio comunale di Adrano (al netto di eventuali riconteggi).

Aldo Di Primo o Angelo D’Agate (uno dei due eletto in quanto sconfitto al ballottaggio)

Noi con Salvini- Lega
Giuseppe Rapisarda (427 voti)
Irene Cinardi (298 voti)
Gloria Stancampiano (289 voti)

Adrano 2.0
Agatino Perni (648 voti)
Luigi Cancelliere (394 voti)

Forza italia
Paolo Politi (421 voti)
Carmelo Monteleone (251 voti)

Adrano attiva
Federico Floresta (597 voti)
Maria Grazia Ingrassia (479 voti)

Azione civica
Salvo Coco (487 voti)
Angela Branchina (349 voti)

Udc
Aurelio Verzì (523 voti)
Carmelo Pellegriti (465 voti)
Angela Chiara (393 voti)

Patto per Adrano
Emanuele Pulvirenti (371 voti)
Agatino Scardina (368 voti)
Maria Gabriella Lucifora (344 voti)

Città nostra – Angelo D’Agate Sindaco
Rosario Caruso (307 voti)
Maria Grazia Politi (183 voti)

Insieme con Nicola Monteleone Sindaco
Orazio Toscano (308 voti)
Carmelo Santangelo (267 voti)

Insieme si può
Immacolata Grazia Mannino (367 voti)
Vincenzo Mazzeo (320 voti)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews