Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Presunta frode con fondi pubblici, in manette Corrado Labisi
Nel mirino istituto Lucia Mangano. Cinque persone coinvolte

La procura di Catania ipotizza l'esistenza di un'associazione a delinquere finalizzata a distrarre soldi regionali. L'uomo, volto noto nella provincia etnea, è indagato insieme al figlio. Al suo attivo l'impegno in due premi antimafia. In aggiornamento

Redazione

Foto di: Globus Magazine

Foto di: Globus Magazine

Associazione a delinquere finalizzata alla distrazione di fondi pubblici. È l'accusa nei confronti di Corrado Labisi e della figlia, entrambi ai vertici dell'istituto medico Lucia Mangano di Sant'Agata li Battiati. La struttura è finita al centro dell'indagine ribattezzata Giano bifronte, portata a termine dalla Direzione investigativa antimafia su delega della procura di Catania. Secondo le prime indiscrezione sarebbero cinque in tutto le persone coinvolte, per un buco da 10 milioni di euro. Disposti gli arresti domiciliari per la moglie, Maria Gallo, di 60 anni, per la loro figlia, Francesca Labisi, di 33 anni, e per due collaboratori: Gaetano Consiglio, di 39 anni, e Giuseppe Cardì. di 57 anni. 

Corrado Labisi è un nome noto in provincia di Catania, grazie sia al suo ruolo nella massoneria che per l'impegno diretto in due noti premi antimafia: uno dedicato alla madre, deceduta nel 1983, Antonietta Labisi e l'altro alla memoria dei magistrati Rosario Livatino, Antonino SaettaGaetano Costa. L'istituto Mangano era stato perquisito, per acquisire documentazione, alla fine di settembre dello scorso anno. Nell'ambito dell'inchiesta è stato effettuato un sequestro preventivo di oltre 1,5 milioni di euro.

Il nome di Labisi, pur non essendo indagato, nel 2013 era finito anche nell'incartamento dell'operazione antimafia Fiori bianchi. Gli investigatori documentarono i rapporti con Giorgio Cannizzaro, anch'egli appartenente alla massoneria e ritenuto attivo «nel gestire gli affari della famiglia mafiosa dei Santapaola-Ercolano». Una sorta di faccendiere che vantava legami con imprenditori, prelati ed esponenti di spicco di Cosa nostra. Due anni dopo, a fare discutere, era stata la consegna del premio Livatino-Saetta-Costa all'allora prefetta di Catania Maria Guia Federico. Un momento immortalato da una fotografia pubblicata sul quotidiano cartaceo La Sicilia in cui la funzionaria veniva raffigurata  proprio insieme a Labisi. Il giorno dopo la marcia indietro con Federico che decise di restituire la pergamena. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×