Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Via Napoli, ruba fede ad anziana e le rompe il dito
Arrestato per rapina aggravata e lesioni personali

La donna, 74 anni, stava tornando a casa dopo avere fatto la spesa. All'ingresso del palazzo ha incontrato un uomo che, fingendo di citofonare, le ha chiesto di lasciare il portone aperto. Sarebbe stato lui, poco dopo, ad aggredirla sulle scale. Guarda il video

Redazione

Stava rincasando dal fare la spesa quando ha notato un uomo all'ingresso del suo palazzo. È stato lui a spingerla, poco dopo, e a tentare di strapparle la fede nuziale dal dito della mano sinistra, rompendoglielo. È quanto è accaduto lo scorso 9 giugno a un'anziana donna di 74 anni, in via Napoli. L'uomo, secondo i carabinieri, è Paolo Gangi, classe 1978, che è stato arrestato e portato nel carcere di piazza Lanza, con le accuse di rapina aggravata e lesioni personali.

Secondo la ricostruzione fornita dalle forze dell'ordine, il 40enne avrebbe finto di citofonare a qualcuno e avrebbe invitato la 74enne, che stava rientrando nella sua abitazione, a lasciare aperto il portone. Quando l'anziana è arrivata alla seconda rampa di scale, l'uomo l'avrebbe spinta violentemente contro il muro, le ha afferrato la mano sinistra e, dopo una breve colluttazione, le ha rubato la fede di oro rosso, fuggendo subito dopo.

Le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona (sia sulla strada che nell'androne del palazzo) avrebbero permesso agli investigatori di riconoscere il rapinatore in Paolo Gangi, già noto per reati simili. Nella sua abitazione sarebbero stati trovati e sequestrati gli stessi abiti e il casco arancione usati per commettere la rapina, oltre che il motorino (un Honda Sh 300) che sarebbe stato guidato da un altro uomo (ancora non identificato) che faceva il palo

L'anziana, il 10 giugno, è andata al pronto soccorso dell'ospedale Garibaldi di piazza Santa Maria di Gesù, dove i medici le hanno diagnosticato la frattura della falange dell'anulare sinistro e le hanno dato una prognosi di 30 giorni

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×