Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Piana di Catania, altri due cani finiti nel canalone
Allarme dato da tecnici Enel, aperto un fascicolo

Un episodio simile era successo la scorsa settimana. In questo caso, però, gli animali sono stati recuperati con una corda al collo. Uno è stato trovato già morto, quello salvato invece è stato affidato a un canile. Sul caso indaga la polizia municipale di Paternò

Salvatore Caruso

Due cani di media grandezza sono finiti in un canalone della Piana di Catania, vicino contrada Gianferrante in territorio di Paternò. Entrambi privi di microchip e di circa un anno di età, uno di colore marrone è stato salvato grazie all'intervento dei vigili del fuoco di Paternò che sono stati allertati da alcuni tecnici dell'Enel che, nella tarda mattinata di venerdì, stavano lavorando in quella zona. È andata peggio a un cane di colore bianco che, invece, è stato trovato morto annegato.

Un episodio simile è accaduto una settimana fa quando alcuni lavoratori del Consorzio di Bonifica di Catania trovato l'animale in un canalone senza recinzione della zona Quota 102, in contrada Damuso fra il territorio di Paternò e quello di Motta Sant'Anastasia. In questo caso, inoltre, però al momento del recupero i due animali sono stati trovati con una corda al collo

Gli agenti della polizia municipale di Paternò, anche loro intervenuti sul luogo insieme ai veterinari dell'Asp, hanno avviato le indagini per accertare la dinamica del caso aprendo un fascicolo contro ignoti. Il cane salvato è stato affidato a una ambulanza veterinaria e trasportato nel canile convenzionato con l'ente comunale paternese. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×