Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Il premio nazionale Legambiente al capo centro Dia

La consegna ieri nell'ambito della manifestazione Festambiente. «Lo condivido con gli uomini e le donne che rappresento e che ogni giorno si prodigano per ripristinare i valori della legalità», spiega Renato Panvino

Redazione

Annualmente Legambiente organizza un’edizione del premio nazionale Ambiente e Legalità, un attestato di merito conferito a magistrati, uomini delle forze dell’ordine e della società civile, giornalisti e imprenditori che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale.

Ieri 11 agosto 2018, a Rispescia, in provincia di Grosseto, nell’ambito della manifestazione annuale denominata Festambiente, festival internazionale dedicato all’ecologia e alla solidarietà, l’associazione ha assegnato il prestigioso premio al primo dirigente della Polizia di Stato Renato Panvino, capo Centro della Direzione investigativa etnea per la Sicilia Orientale, per l’inchiesta condotta sulla gestione dei rifiuti al Comune di Catania, encomiando il lavoro svolto con particolare efficacia e dedizione nel contrasto alle varie forme di criminalità ambientale.

La consegna dell’attestato è stata preceduta dal dibattito “Prima la giustizia. Per un’Italia fondata sulla corresponsabilità nella lotta alle mafie e alla corruzione” al quale hanno partecipato numerose autorità. «Ringrazio Legambiente – spiega Renato Panvino - per avere voluto assegnare questo importante riconoscimento che condivido con gli uomini e le donne della Dia che rappresento e che ogni giorno si prodigano per ripristinare i valori della legalità».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×