Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Eruzione Etna, tornano colate e pioggia di cenere
L'accesso alla vetta bloccato a quota 2700 metri

Il vulcano sembra voler accontentare appassionati e visitatori con una delle sue «eruzioni turistiche». Esplosioni e boati si concentrano in alta quota, dove le escursioni ai crateri sono state fermate. Guarda foto e video

Francesco Vasta

Due colate di lava e almeno due bocche in piena attività. Ma è ricomparsa anche la cenere: da stamane una coltre di sabbia vulcanica si sta depositando su Piano Provenzana, la stazione turistica a 1800 metri di quota in territorio di Linguaglossa, sospinta dai venti che soffiano verso nord-est. Il vulcano Etna sembra così voler accontentare appassionati e visitatori con una delle sue «eruzioni turistiche». Quando cioè l'attività eruttiva si incrementa proprio in estate ed è spettacolare, le esplosioni sono visibili anche a grande distanza, ma il tutto resta confinato sulla vetta della montagna, a oltre 3000 metri. 

Il cratere dove si stanno registrando i maggiori fenomeni è quello di sud-est: da due bocche sui due lati del cono arrivano le esplosioni e un denso pennacchio di cenere e gas, mentre due colate di lava, al momento poco alimentate, si dirigono verso sud e verso nord. Ieri sera il tremore vulcanico ha avuto una netta impennata, per poi stabilizzarsi su valori importanti. Già da settimane, dall'Etna, erano arrivati segnali di graduale risveglio. Esplosioni stromboliane e lancio di materiale roccioso si erano avuti da giorni dagli altri crateri sommitali del vulcano, la Bocca nuova e il cratere di nord-est.

Foto di Orazio Distefano

Foto di Orazio Distefano

Foto di Eddy Tronchet

Colata di lava dal cratere di sud-est. Foto di Giò Giusa

Una delle bombe vulcaniche lanciate dal cratere di nord-est nei giorni scorsi. Foto di Vincenzo Greco

La situazione viene monitorata da Protezione civile, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania e Comuni dell'area sommitale. Finora a stamane l'accesso ai crateri non erano stato bloccato, tant'è che era stato possibile, per le guide vulcanologiche, compiere escursioni fino all'orlo delle bocche sulla vetta dell'Etna. I video di esplosioni e boati filmati dal bordo dei crateri hanno fatto il giro del web. L'accompagnamento dei turisti, complici anche le pessime condizioni meteo, oggi è stato però sospeso in attesa delle decisioni delle autorità arrivate poi in tarda mattinata 

Sul posto hanno compiuto delle osservazioni i ricercatori dell'Ingv e sulla base del loro bollettino la Protezione civile regionale ha alzato i livelli di allerta. Dall'estate del 2017 si era fermi sul livello verde, cioè quello corrispondente al vulcano in stato di equilibrio. Adesso è stato invece decretato il passaggio alla fase operativa attenzione. Il sindaco di Nicolosi Angelo Pulvirenti ha così emesso un'ordinanza abbassando la quota massima per le libere escursioni a 2600 metri di quota. Da quota 2600 a quota 2750 è invece possibile compiere escursioni solo in presenza delle guide vulcanologiche. L'accesso al vulcano, sul versante sud, è totalmente interdetto da 2750 metri fino ai crateri sommitali dell'Etna. Analoga misura, sul versante nord, è stata introdotta dal sindaco di Linguaglossa Salvatore Puglisi: escursioni libere fino all’Osservatorio vulcanologico di quota 2850 metri; da lì in poi obbligo di accompagnamento da parte delle guide vulcanologiche per gruppi fino a venti persone. Il gestore delle escursioni in jeep Etna mobility è tenuto a sospendere le attività in caso di ricaduta di cenere vulcanica.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews