Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Caserma Rinaldi, esposto su condizioni strutturali

Redazione

Il caso della Diciotti, semmai lo sia, ha riproposto lo stesso tema di sempre, ovvero che le indecisioni della politica producono complessi problemi di ordine pubblico che gravano solo sulla polizia. Gli inutili giorni passati al porto catanese, per i poliziotti del reparto Mobile e le conseguenti tensioni, ripropongono lo stesso tema, ovvero quello del «diritto». Per i lavoratori della polizia, di stanza al reparto Mobile, però, i diritti ormai sono utopistici, in riferimento ai luoghi ove devono soggiornare e distendere la tensione del servizio. 

Il Siap a fine luglio ha presentato un esposto alla procura catanese riguardo le condizioni strutturali generali della caserma Rinaldi di corso Italia, parzialmente chiusa per pericolo di cedimenti di ambienti interni ed ha inviato copiosi verbali di sopralluogo, al dipartimento di polizia di Stato, alla prefettura ed infine anche un appello al sindaco di Catania, da poco eletto, ma nulla di ciò basta a far intervenire chi di dovere per i dovuti interventi. Intanto i poliziotti al rientro dei servizi, come quelli fatti al porto, non possono fruire neppure dei bagni della caserma né tanto meno possono cambiarsi di abito in macchina, visto che i piazzali interni sono chiusi e non rimane che parcheggiare fuori pagando la sosta. Per questa ragione il Siap, presenterà queste istanze di protesta al responsabile/proprietario della struttura e chiederà interventi a tutela dei poliziotti. 

(Fonte: Tommaso Vendemmia, segretario provinciale Siap)

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×