Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Diritti umani, da Tunisi a Bruxelles in kayak
Attivista francese fa tappa a Catania

Georges Alexandre è partito dalla Tunisia in canoa con l'obiettivo di presentare alle istituzioni europee una petizione in difesa dei diritti dei migranti. In questi giorni è ospite della città etnea. «È il momento di dire basta a questa politica sull’immigrazione, e i catanesi possono dare una mano»

In kayak dalla Tunisia a Bruxelles, per difendere il diritto alla vita dei migranti. L’idea è venuta a Georges Alexandre, un attivista per i diritti umani franco-canadese dell’associazione Everyone, che è partito il 10 settembre scorso da Tunisi e in questi giorni è sbarcato a Catania. Il suo viaggio ha già fatto tappa a Lampedusa, Linosa e Malta. Georges ha conosciuto la Tunisia immediatamente post rivoluzionaria, ha vissuto i giorni della rivolta dei migranti a Lampedusa, si è confrontato con la severa guardia costiera maltese. Adesso si ferma ai piedi del vulcano.

[youtube

&feature=plcp&context=C373b31dUDOEgsToPDskJJlyewmHl_mvl35AlLapaV[/youtube]

«È arrivato il momento che i cittadini europei dicano basta a questa politica sull’immigrazione, e i catanesi possono dare una mano» spiega Georges. Per sollecitare le istituzioni di Bruxelles, ha lanciato una petizione, che è possibile firmare online, in cui si invita l'Unione Europea ad istituire un’Organizzazione di Gestione dell'Immigrazione e delle Domande d'Asilo (OGIDA). Una risposta comune per gestire gli sbarchi nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, per cancellare i respingimenti e il reato di clandestinità.

Agli europarlamentari Georges consegnerà un regalo, pescato nelle acque tra la Tunisia e Lampedusa. È un sandalo corroso dal mare. «Questa scarpa è un simbolo, di quello che non deve mai più accadere» spiega. L’attivista è stato diretto testimone della rivolta dei migranti al centro di accoglienza di Lampedusa. Era sull’isola il 20 settembre quando la struttura fu incendiata e si scatenò la caccia all’uomo. In un clima di esasperazione, fu anche aggredito con calci e pugni da un lampedusano. «Mi disse di andare via, perché anch’io ero uno straniero» ricorda Georges.

Ma non si è arreso e continua a sensibilizzare tutti quelli che incontra durante il suo viaggio. «Non so quanto resterò a Catania – conclude Georges – giusto il tempo di ricaricare le batterie e completare la mia missione».

 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews