Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Terremoto, viaggio tra Biancavilla e Santa Maria di Licodia
La paura della popolazione e il salvataggio di San Placido

I due Comuni sono quelli maggiormente interessati dai danni. In uno di questi si sarebbe dovuta tenere la processione del patrono, con la statua portata via dai fedeli. «Ci raduneremo al campo sportivo», racconta padre Salerno. Guarda il video

Foto di: dario de luca

Foto di: dario de luca

Muri crollati, chiese danneggiate e la statua di San Placido che viene portata via dalla cattedrale di Biancavilla. Sono tre fermoimmagine del terremoto che la notte scorsa ha svegliato all'improvviso la popolazione alle falde dell'Etna. Una scossa di magnitudo 4.6 registrata quando gli orologi segnavano le 2 e 35 minuti. Un tremore avvertito in tutta la provincia di Catania, e non solo, ma che ha avuto l'intensità maggiore tra Biancavilla e Santa Maria di Licodia. Le persone hanno passato la notte in strada o all'interno delle macchine. Impensabile rientrare in quelle abitazione «dove si è mosso tutto». «Si è sentito un boato e subito dopo come una folata di vento. Poi tutto ha cominciato a tremare», racconta un anziano residente a Biancavilla. In piazza, e tra i tanti circoli ricreativi, non si parla d'altro. I più curiosi si sono radunati nei pressi della chiesa di Santa Maria dell'elemosina. All'interno, un gruppo di fedeli porta via la statua del patrono capitanati dal giovane presidente del comitato dei festeggiamenti. Perché a Biancavilla oggi era prevista pure una processione per le strade della cittadina.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×