Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Terremoto, cosa accade in caso di Big one a Catania
I piani di rischio, le ipotesi e le previsioni degli uffici

La congettura peggiore calcolata è un sisma di magnitudo 6.8 Richter con epicentro fuori città, come il disastro del 1693. Nelle carte di Protezione civile il numero ipotetico di morti, feriti, sfollati ed edifici sgretolati. «Non confortante» lo stato degli ospedali 

Marco Militello

Un anglicismo come tanti altri: worst case scenario. L'ipotesi peggiore possibile. Se si fa riferimento a uno spauracchio di attualità come il terremoto - specie dopo i tremori sismici che hanno investito il territorio di Santa Maria di Licodia, Biancavilla e Paternò - allora possiamo dire che il Comune di Catania ha messo tutto nero su bianco. Nel 2012, anno in cui viene firmato il piano di emergenza di Protezione civile che porta la sigla dell'attuale dirigente Maria Luisa Areddia, approvato 12 mesi dopo dal Consiglio comunale. Uno scenario che non si tratteggia per portare sfiga, più che altro per avere una base di partenza quando si deve reagire concretamente a una catastrofe di proporzioni devastanti. Secondo il Piano di emergenza vergato dagli uffici di via Felice Fontana, il cosiddetto Big one - in altre parole il terremoto grosso, il terremoto «serio» - assomiglia al disastro del 1693: un sisma di magnitudo 6.8 Richter - inferiore al caso di scuola - con epicentro Sortino. Cosa accadrebbe, se la terra tremasse a tal punto? 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×