Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Processo ai Lombardo, sì alle intercettazioni
Attese le testimonianze dei pentiti

Prosegue senza colpi di scena al Tribunale di Catania il procedimento per voto di scambio a carico del governatore regionale e del fratello, deputato nazionale Mpa. Il giudice ha conferito l'incarico a un perito per la trascrizione delle registrazioni, mentre l'accusa ha fissato per la prossima udienza l'audizione in videoconferenza di tre collaboratori di giustizia

Claudia Campese

Il processo ai fratelli Lombardo appartiene ancora al procedimento Iblis. Le intercettazioni disposte in quell'indagine, pertanto, sono utilizzabili anche nei confronti del governatore siciliano Raffaele Lombardo e del fratello deputato nazionale Mpa Angelo. Il giudice Michele Fichera dà ragione all'accusa e non accoglie l'eccezione proposta durante la scorsa udienza dai legali dei due imputati per voto di scambio. «Uno stralcio di Iblis nato dalle esigenze di prescrizione», spiega Fichera. Posizione esposta dai procuratori aggiunti Michelangelo Patanè e Carmelo Zuccaro. Insieme alle intercettazioni - la cui trascrizione è stata affidata a un perito - a partire dalla prossima udienza cominceranno anche le audizioni dei testimoni, tra cui alcuni collaboratori di giustizia.

Un passaggio decisivo quello che riguarda una decina di registrazioni - sia telefoniche che ambientali - non direttamente effettuate sui due fratelli, ma nelle quali entrambi vengono nominati dagli intercettati. Tra questi, anche il boss di Ramacca Rosario Di Dio che, secondo quanto riferito dal pm Zuccaro nel corso della scorsa udienza, in una registrazione annuncia «di non voler più sostenere Lombardo (Raffaele ndr) in altre campagne elettorali, dopo alcuni suoi comportamenti». Della trascrizione delle intercettazioni si occuperà il perito Lucio Antonino Tamburello, nominato oggi dal giudice che ha anche fissato a trenta giorni il limite per effettuare il lavoro. Scadenza che decorre da oggi.

Per la prossima udienza, prevista per il 6 marzo, è stata anche fissata l'audizione in videoconferenza dei primi testimoni dell'accusa. A parlare saranno tre collaboratori di giustizia: Francesco Ercole Iacona, ex esponente di Cosa Nostra a Caltanissetta, il gelese Maurizio Saverio La Rosa e Maurizio Di Gati, capo della cosca agrigentina. Il primo marzo, intanto, il gip Luigi Barone analizzerà in un'udienza a porte chiuse la posizione dei due imputati Raffaele e Angelo Lombardo in riferimento alla loro posizione nell'indagine madre Iblis. Il giudice, infatti, non ha accolto la richiesta della procura di archiviare l'iniziale accusa nei loro confronti di concorso esterno in associazione mafiosa, poi derubricata in reato elettorale.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×