Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Casa allagata a sette giorni dal temporale?
A San Giuseppe La Rena si può

San Giuseppe La Rena, zona playa: a una settimana dal violento temporale, la nostra lettrice Alessia ha il viale che porta a casa ridotto a un piccolo fiume e la situazione non sembra migliorare. Chiamati i vigili del fuoco sabato, questi rispondono «non possiamo fare nulla, chieda alla protezione civile del Comune». Che ha effettuato un sopralluogo senza dare risposte sui tempi d'intervento

Leandro Perrotta

«Vivo a San Giuseppe La Rena, lato pista aeroporto, e dal giorno della pioggia torrenziale della settimana scorsa qui è tutto allagato! Giardino, campagne intorno e strada privata per uscire di casa con l'acqua alta 40 centimetri». A scrivere Alessia Giraffa, che abita non lontano dal viale Kennedy e da San Francesco La Rena. Una zona poco abitata, «meno di una decina di famiglie», ma un disagio che non è da mettere in secondo piano perché «noi siamo in nove, con due persone anziane e una bambina di due anni, e possiamo uscire solo con una delle due auto, perché l'altra è troppo bassa per i 40 centimetri di acqua. Abbiamo chiamato i vigili del fuoco sabato perché l'acqua non andava via, ma non sono mai intervenuti».

Arrivati in via San Giuseppe la Rena, Alessia ci raggiunge percorrendo il guado davanti casa con degli stivali, mentre un camion dei vigili del fuoco è all'opera a poca distanza. Ma non si occupa dell'acqua, stanno mettendo in sicurezza un albero dei vicini, crollato sul tetto proprio nel giorno dell'alluvione.

«Non possiamo fare nulla perché non abbiamo mezzi adeguati data la quantità d'acqua», è la risposta dei vigili del fuoco, che invitano Alessia a rivolgersi alla protezione civile. «Abbiamo già chiamato la protezione civile, che questa mattina è venuta a fare un sopralluogo ma sono stati molto vaghi anche loro, sappiamo solo che è un problema dell'intera zona e che non è facile risolverlo. Ma noi cosa dobbiamo fare?», si chiede sconsolata la ragazza, che ci accompagna in un breve tour fotografico dei dintorni, tra aranceti che sembrano risaie e pozzanghere diventate oasi per uccelli.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×