Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Metro Cibali, a febbraio la stazione sarà pronta
I ritardi tra infiltrazioni d'acqua e il caso Tecnis

Nel quartiere dello stadio i lavori dovrebbero concludersi all'inizio del 2019, dopo i rallentamenti dovuti alle molte falde acquifere presenti nella galleria. «Stiamo risolvendo i problemi di impermeabilizzazione», spiega il direttore di Fce Salvatore Fiore 

Salvo Catalano

Entro febbraio. La nuova previsione della Ferrovia Circumetnea per la stazione di Cibali prevede che ancora qualche mese passi. Un'inezia se si pensa che, per aprire una fermata di una tratta già in esercizio ci è voluto quasi il tempo di costruire una nuova tratta per intero. Così la metro del quartiere dello stadio dovrebbe essere completata due anni dopo che quelle dello stesso segmento (Borgo-Nesima) sono state attivate tra grandi inaugurazioni. «Stiamo risolvendo in queste settimane i problemi di impermeabilizzazione», dichiara a MeridioNews il direttore tecnico Salvatore Fiore.

Per comprendere di cosa si parli quando ci si riferisce all'impermeabilizzazione della stazione, bisogna tornare ad aprile 2017. Quando le immagini di una vera e propria cascata d'acqua all'interno della galleria della fermata Cibali, pubblicate in esclusiva da questa testata, fanno emergere un problema legato al sottosuolo della zona: ricco di falde acquifere e di torrenti sotterranei. Era necessario che nella fase di progettazione la permeabilità del terreno venisse tenuta nel giusto conto. In quei giorni si parlava di apertura entro l'estate 2017, ma le cose - evidentemente - sono andate ben più per le lunghe.

«Non ci sono stati problemi con il maltempo delle ultime settimane - continua Fiore - Quello che ha rallentato i lavori non è stata una questione tecnica, bensì una questione di risorse umane». Le difficoltà di Tecnis, adesso, sarebbero state risolte. «I lavori per la fermata Cibali - va avanti Fiore - dovrebbero finire entro il 2018». Poi, per circa un mese, verranno effettuate delle verifiche. Se si considera anche la pausa natalizia, la stazione dovrebbe essere pronta per l'appunto a febbraio. «Ma è la data di chiusura dei lavori - puntualizza il dirigente Fce - non quella di inaugurazione».

A Catania, invece, la Cmc ha in mano la realizzazione dei nuovi tratti di metropolitana: la Stesicoro-Aeroporto (consegna prevista entro la fine del 2020) e la Nesima-Monte Po (giugno 2019). In più nei giorni scorsi ha vinto l'appalto per il prolungamento da Monte Po a Misterbianco per altri 112 milioni di euro. Ma anche nel capoluogo etneo si registrano dei rallentamenti: se sulla Stesicoro-Palestro i lavori sono fermi a causa dei ritardi di Enel per fornire l'energia elettrica necessaria ad alimentare la talpa che deve scavare il tunnel, sulla Nesima-Monte Po, stando ai vertici di Fce, nell'ultimo mese si registrano rallentamenti per problemi di liquidità della Cmc. «Ma niente di grave, l'azienda sostiene di aver risolto i problemi finanziari - precisa Fiore - e si dovrebbe tornare alla normalità: la fine dei lavori è prevista per l'agosto 2019». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email