Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Gravina di Catania, doppio colpo al corriere Sda
Stesso giovane incastrato dalla felpa del Napoli

La nuova ordinanza di custodia cautelare è stata notificata al 28enne Rosario Fallo nel carcere di piazza Lanza. Era finito in manette a metà ottobre per una rapina con coltello a un fattorino. Ma le telecamere lo vedrebbero coinvolto in un caso uguale

Redazione

Accusato anche di una seconda rapina, e tutto per colpa di una felpa del Napoli Calcio. La nuova ordinanza di custodia cautelare ha raggiunto Rosario Fallo, 28 anni di Catania, direttamente nel carcere di piazza Lanza dove era recluso. Il giovane era stato arrestato dai carabinieri di Gravina di Catania lo scorso 18 ottobre, con l'accusa di avere rapinato con un coltello un corriere della Sda express proprio nel territorio di Gravina. Adesso gli viene contestato un secondo colpo allo stesso corriere, avvenuto il 24 settembre

I fatti sarebbero avvenuti in via Girolamo e in via Fratelli Bandiera, nel territorio del Comune alle porte di Catania. Identica la dinamica: un giovane armato di coltello costringe il fattorino a consegnargli gli incassi della giornata. Le immagini delle telecamere di sicurezza delle due zone avrebbero permesso di rilevare un numero di targa di una Fiat Punto, usata nel secondo colpo, risultata poi rubata lo scorso 20 agosto a una coppia di Cosenza in visita a Misterbianco da alcuni parenti.

La targa dell'auto ha permesso di risalire a Rosario Fallo: il 28enne avrebbe rimosso la targa della coppia cosentina e avrebbe applicato sull'auto quella della sua macchina. Così è scattata la perquisizione nell'abitazione e in casa, dentro alla lavatrice, i militari avrebbero rinvenuto quella felpa del Napoli che accomunava le due rapine. L'indumento è stato sequestrato mentre a Fallo è stata contestata la nuova accusa in carcere.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×