Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ordine dei medici, il quorum mancato per 58 voti
Spoglio dei revisori dei conti rinviato a mercoledì

Il rinnovo del Consiglio direttivo salta per una manciata di preferenze, così come l'accordo in extremis per votare due ore in più, fino alle 23 di ieri. Tra un mese il quorum scenderà dal 40 al 20 per cento. L'organismo professionale è commissariato da settembre

Marco Militello

Foto di: Salvatore Caruso

Foto di: Salvatore Caruso

Alla chiusura delle urne, alle 21 di ieri, mancano 58 voti per raggiungere il quorum del 40 per cento, che si traduce in circa 3900 medici. L'ordine professionale catanese resterà dunque commissariato come minimo per un ulteriore mese: il secondo turno, infatti, è previsto a cavallo del ponte dell'Immacolata, probabilmente nei giorni 7, 8 e 9 di dicembre. Frattanto, gli odontoiatri, che sono più o meno un migliaio, hanno già eletto i loro rappresentanti nel prossimo consiglio direttivo: sono Giampaolo Marcone e Ezio Campagna. Gli altri dentisti «eletti» sono Vincenzo CorsaroAndrea Mangiameli e Giovanni Barbagallo. Lo spoglio per l'elezione dei revisori dei conti, previsto per oggi pomeriggio alle 15, è stato invece rinviato a mercoledì mattina, per l'assenza contemporanea di tutti i commissari. 

Nel secondo turno di elezioni il quorum per la validità del voto calerà fino al 20 per cento dei medici catanesi, poco meno di 1800 suffragi. Ieri sera, alla chiusura delle urne, non sono mancate polemiche sulle modalità di voto. A quanto pare, le due liste che tutti prevedono come più organizzate, ovvero Giannone presidente e Ordiniamoci, avevano trovato l'accordo per prorogare l'orario di voto fino alle 23, anziché alle 21, per permettere di votare ai medici che già in quel momento si trovavano in fila, oltre che per venire incontro a chi si era recato a Catania dalla provincia nonostante il maltempo. L'intenzione di fondo era chiudere l'elezione dei 17 consiglieri già al primo turno. A far saltare questo prolungamento sarebbe stata la netta contrarietà della lista Andiamo avanti. Il discorso è dunque rimandato ai primi dieci giorni di dicembre. 

Il 7 settembre le dimissioni dell'ex presidente del consiglio direttivo Massimo Buscema avevano spalancato le porte al commissariamento dell'ordine, che era stato richiesto a più riprese da alcuni consiglieri dimissionari, in aperta polemica con l'endocrinologo. Buscema era stato travolto dalle polemiche interne dopo essere rimasto coinvolto in una rissa avvenuta il 6 giugno in largo Sarajevo, nella zona di via Asiagouna storia raccontata in esclusiva da MeridioNews. Poco prima delle dimissioni, il presidente uscente aveva provato a «resistere», proponendo la surroga dei consiglieri che avevano gettato la spugna con elezioni suppletive. Il commissariamento è stato avviato da ministero e federazione nazionale alla fine di settembre

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×