Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

S.M di Licodia, depredato istituto alberghiero Chinnici
Portati via sette computer e spiccioli dei distributori

Un copione che si ripete per le succursali licodiesi dislocate ai piedi dell'Etna. Sul caso indagano i carabinieri. I malviventi, stando a una prima ricostruzione, sarebbero entrati staccando le inferriate. Ancora da quantificare i danni alla struttura

Salvatore Caruso

Non c’è pace per le succursali licodiesi dell’istituto alberghiero Rocco Chinnici di Nicolosi. Da tempo sono oggetto di furti e atti di vandalismo. L’ultimo fatto la notte scorsa ai danni del plesso di via Regina Margherita, nell'immobile in cui si trovano anche gli uffici comunali. A fare la scoperta il personale non docente dell’ alberghiero all’apertura della scuola. I ladri, da una prima e sommaria ricostruzione, sarebbero entrati dal cortile scavalcando il cancello d'ingresso nei pressi della chiesa Santissino Crocifisso di piazza Umberto

Una volta dentro l’area perimetrale dell’istituto, utilizzando probabilmente un levachiodi, hanno staccato dal muro le cerniere dell’inferriata per sradicala dalla parete, successivamente è stata forzare la porta. All’interno dell’immobile i ladri hanno danneggiato e razziato ciò che volevano. Prese di mira  le macchinette per la distribuzione di merendine e caffè, dalle quali sono state portati via pochi spiccioli. Messi a soqquadro anche armadi e stanze. 

I ladri hanno portato via sette computer datati. Sul caso stanno indagando i carabinieri che stanno verificando se in zona vi fossero delle telecamere che abbiamo registrato qualcosa utile alle indagini. Ancora da quantificare il danno. Nei mesi scorsi, alla fine dell’anno scolastico, ladri e vandali sono entrati spesso all'interno dei tre plessi scolastici ubicati in città, rispettivamente, in via Regina Margherita, via Principessa Mafalda e via dei Mirti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×