Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Passi carrai e parcheggi creativi a Catania
Tra furbetti del fai da te e vendicatori solitari

Sedie, piante e persino uno scaldabagno. Sono gli oggetti utilizzati da diversi catanesi per tenere sempre libero il posto auto davanti a casa o al garage. Eppure, per averne diritto, ci sarebbe tutta una trafila da rispettare e una tassa annua da pagare. Non più onerose delle eventuali multe inflitte sia a chi inventa un accesso che a chi vi posteggia davanti. Categoria, quest'ultima, che più dei vigili ha da temere un concittadino: «Lascio sulle auto dei bigliettini del tipo: “Ho già fatto rimuovere quattro macchine. La sua potrebbe essere la prossima”»

«Pensavo di dipingere sulla saracinesca del garage una tacca per ogni auto che ho fatto rimuovere, come fanno i serial killer con le loro vittime. Ma poi mia moglie mi ha fatto notare che era poco educato». Roberto Chibbaro, 36 anni, di mestiere fa l'imprenditore. Ma per hobby è ormai il vendicatore solitario delle vittime «degli incivili a quattro ruote», come definisce lui stesso la sua missione. Armato di cellulare, non c'è macchina in sosta davanti a un passo carrabile o nei posti riservati ai motorini che gli sfugga. Lui chiama i vigili e fa rimuovere il mezzo. Una lotta iniziata a Catania nel 2007 ed esportata a Ragusa, dove adesso si è trasferito. Ma nel capoluogo etneo c'è anche chi se ne approfitta e che - senza averne diritto - si assicura l'esclusività del posto davanti a casa con mezzi di fortuna: sedie, piante, transenne vere e artigianali, secchi di vernice e fantasiose installazioni. A San Cristoforo, persino uno scaldabagno, come documentano le foto di CTzen di passi carrabili e posti auto riservati made in Catania.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×