Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Prodigi su Rai1: una catanese nella giuria di qualità
«Stupita dal gran talento di giovani da tutta Italia»

Parte venerdì la terza edizione della trasmissione che, in collaborazione con l'Unicef, seleziona giovanissimi di qualità da tutta Italia. L'insegnante di danza Lidia Patti siederà fra i cento elementi della giuria di qualità che affianca Pippo Baudo e altri volti della tv

Antonia Maria Arrabito

«Sono stata contattata dalla redazione del programma perché avevano notato alcune mie allieve dai video che pubblico su Facebook». Inizia così l'avventura di Lidia Patti in televisione, nella trasmissione di Rai 1 Prodigi - La musica è vita. Le ragazze hanno partecipato alle selezioni svoltesi a Giarre, ma alla fine è stata la loro insegnante a volare fra i cento elementi della giuria di qualità che il più talentuoso artista tra gli 11 ed i 16 anni. Tre gli adolescenti in gara per ciascuna categoria: danza, canto e musica. Verrà designato il migliore in assoluto tra i vincitori delle singole categorie, scelti dalla giuria tecnica dei famosi con Pippo Baudo, il maestro Beppe Vessicchio, Serena Autieri e Daniel Ezralow. In palio una borsa di studio. 

«È stata un'esperienza straordinaria, molto emozionante – continua Patti - e anche se sono abituata a vedere performance di danza di alta qualità, sono rimasta comunque stupita da ciò che, artisticamente, vedo di meno, come ragazzini prodigiosi nel suonare gli strumenti, capaci di essere un tutt'uno con essi nonostante l'età». Strumenti a parte, ad ogni modo, la maestra Patti nella danza non si fa mancare niente. Nel 2018 le sue giovani allieve hanno raggiunto importanti risultati ai campionati italiani di Tip-Tap, ottenendo il primo posto nella categoria 8-11 anni, il terzo, il quinto ed il sesto nelle categorie tra i 16 ed i 34 anni. «Si tratta di una disciplina esplosa in tutto il mondo - spiega - anche se ancora in Italia e nel Mezzogiorno siamo indietro». Le allieve sono tuttora in partenza per i campionati del mondo di fine novembre a Riesa, in Germania.

L'imperativo categorico, alla scuola Lidia Patti, resta la «Formazione adeguata e selettiva - aggiunge ancora la maestra - perché lo spettacolo è un mondo di enorme speculazione economica, mentre lavorando per pochi ho sperimentato un grande avanzamento tecnico delle mie allieve» . Parte del merito va anche «Agli stages organizzati con i grandi maestri di formazione russa - conclude Patti - in particolare Fethon Miozzi, docente all'Accademia Veganova di San Pietroburgo ed unico italiano ammesso al Teatro Mariinskij».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email