Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giornalismo in memoria di Norman Zarcone
«Stimolare i giovani a fare sempre meglio»

L'Ordine dei giornalisti di Sicilia ha istituito una borsa di studio in ricordo del giovane dottorando morto suicida a Palermo nel settembre 2010. Il contributo sarà a favore di chi vuole intraprendere la professione giornalistica. «Per ricordare Norman, che quando morì aveva appena superato brillantemente il colloquio per l’iscrizione nell’elenco dei pubblicisti, e per spingere gli aspiranti giornalisti ad impegnarsi per sostenere un buon esame», spiega il presidente Riccardo Arena

Agata Pasqualino

Qualche giorno prima di gettarsi dal terrazzo della facoltà di Lettere e filosofia dell’università di Palermo, dove a dicembre avrebbe completato il dottorato di ricerca, Norman Zarcone aveva brillantemente superato il colloquio per diventare pubblicista. Per ricordarlo l’Ordine dei giornalisti di Sicilia ha deciso di istituire una borsa di studio con cui premiare gli aspiranti pubblicisti che sosterranno i migliori colloqui.
Le borse di studio dedicate al giovane ricercatore saranno due per ogni sessione, assegnate una dalla commissione che si riunisce a Palermo e l’altra da quella che tiene i colloqui ad Acireale. Consisteranno in un contributo pari a circa 500 euro, che corrisponde ai versamenti da effettuare all’ordine per l’iscrizione all’elenco dei pubblicisti.

A cominciare dal mese di aprile 2012, si realizzerà quindi l’intenzione del Consiglio regionale dell’Ordine che era stata annunciata poco dopo la morte del dottorando ventisettenne, in occasione della sua iscrizione alla memoria nell’elenco pubblicisti e la consegna del suo tesserino al padre Claudio, anche lui giornalista. «L’istituzione di questo premio simbolico – spiega il presidente dell’ordine Riccardo Arena – ha due obiettivi». Da un lato, ricordare Norman che si è tolto la vita pochi giorni dopo aver superato il colloquio. «Era sereno e tranquillo – ricorda Arena – e nessuno di noi capì cosa gli stesse passando per la mente». Dall’altro, migliorare la qualità dei colloqui «in attesa che diventino più selettivi per legge», si augura il cronista del Giornale di Sicilia. Verrà, infatti, premiato chi sosterrà il colloquio più brillante sull’attualità, le regole deontologiche e i principi del mestiere.

[Foto di sonialfano.it]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×