Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Magma 2018, trionfa Happy Today di Tonincelli

Redazione

Il documentario Happy Today di Giulio Tonincelli è l'opera che si aggiudica il Premio Lorenzo Vecchio della 17esima edizione di Magma – mostra di cinema breve, conclusa ieri sera. «Per la capacità di raccontare, con intensità ed emozione, un personaggio che riscatta il proprio difficile passato, dedicando tutta se stessa, come infermiera, alle partorienti di un piccolo ospedale ugandese - questo il verdetto della giuria, che ha aggiunto - mantenendo sempre la giusta distanza, il regista riesce a rappresentare la sacralità della vita con immagini potenti che rimangono a lungo nella memoria dello spettatore».

«Sono contento ci siano feedback così positivi sul film nonostante la presenza di immagini forti», ha dichiarato il regista Giulio Tonincelli riferendosi alla scena di un parto, presente nel documentario. «Anche perché riceviamo continuamente immagini violente e sarebbe un peccato preoccuparsi per l’immagine della vita», ha aggiunto Tonincelli.

Il premio del pubblico, ricavato dalla media dei voti espressi dagli spettatori durante le tre serate di concorso, è stato assegnato a Parru pi tia, di Giuseppe Carleo

La giuria, presieduta dal regista Franco Maresco, composta dalla produttrice Eleonora Mastropietro e dalla direttrice del Festival International Du Film Insulaire di Groix (Francia), Sarah Farjot, ha assegnato anche due menzioni speciali. All’olandese Radio Voorwaarts (regia di Mateo Vega) «per l’abilità nel raccontare, attraverso la fotografia della fine di un luogo e di una esperienza di vita, un tema come la ‘gentrification’ che caratterizza la maggior parte delle grandi metropoli contemporanee, in cui scompare ogni forma di socializzazione alternativa». E all’animazione spagnola Eusebio80, firmata da Jésus Martinez e Ivan Molina, «per la capacità di coniugare tecniche dell’animazione tradizionale con quelle digitali, gettando uno sguardo distopico su inquietanti scenari futuri».

«Non abbiamo avuto dubbi nel premiare titoli che ponevano l’accento sulla condizione umana e che riflettevano sui problemi a misura d’uomo» ha commentato il presidente di giuria Franco Maresco. «Dai film in selezione emerge uno sguardo sul mondo cupo e ansiogeno – ha continuato il regista – un’attenzione ai problemi del presente, ad esempio al dramma dell’immigrazione, ma mi ha colpito la mancanza di uno sguardo politico, rispetto a molti anni fa, e in questo il cinema di oggi non è che lo specchio della società».

«Bisognerebbe tornare a fare quello che, come mi disse una volta Giuseppe De Santis, era riuscita a fare la sua generazione, ovvero mettere al centro di tutto l’uomo – ha concluso Maresco riferendosi al regista neorealista – ma bisognerebbe farlo sottraendo, mettendo da parte tanta tecnologia e tante astruserie».

Magma è realizzato dall’associazioneculturale Scarti nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema con il contributo del Comune di Acireale e il sostegno di importanti sponsor privati, come Pasticceria Costarelli, Tascante, Ceramiche De Simone ed Etna Mareneve Escursioni.

(Fonte: ufficio stampa Magma festival)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email