Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Salvini difende decreto Sicurezza su La Sicilia
«Dal taser al Daspo, buone notizie per l'Isola»

Il ministro del Viminale dalla colonna che il quotidiano è solita dedicare agli editoriali elenca le nuove norme approvate dal Parlamento. Spazio anche al contrasto dei migranti e alle misure contro i mafiosi e l'aggressione dei loro patrimoni

Redazione

Foto di: Lega Coordinamento Regionale su facebbok

Foto di: Lega Coordinamento Regionale su facebbok

Nel decreto Sicurezza, da poco diventato legge, ci sono «tante buone notizie che riguardano il vostro territorio». Le parole sono del ministro degli Interni, Matteo Salvini, e sono rivolte ai siciliani. Il capo del Viminale ha scelto le colonne del quotidiano La Sicilia, che gli ha messo a disposizione la colonna che spetta agli editoriali, per spiegare le nuove norme approvate nei giorni scorsi dal Parlamento.

Salvini, che ha motivato la scelta di scrivere sul quotidiano poiché convinto che «un politico debba mantenere il contatto con il territorio, soprattutto se è un convinto federalista come il sottoscritto», nello scritto ripercorre i passaggi della nuova legge che, a suo dire, porteranno vantaggi all'Isola. Non prima di parlare del contrasto all'immigrazione e della volontà di mettere fine all'esperienza del Cara di Mineo. «Gli sbarchi si sono ridotti dell'80 per cento e stiamo tagliando i costi dell'accoglienza, stroncando il business di chi lucrava sui flussi incontrollati - scrive Salvini -. Siamo riusciti a ridurre la pressione di alcuni maxi-centri come il famigerato Cara di Mineo, che ho promesso di chiudere: lo farò».

Nel proprio scritto, Salvini offre come nuove opportunità ai siciliani, oltre alla possibilità per i Comuni di assumere nuovi agenti di polizia municipale e di usufruire delle risorse per la videosorveglianza, l'estensione del Daspo urbano. «Ovvero la possibilità di allontanare dal territorio comunale delinquenti e sbandati che allarmano cittadini e famiglie», spiega. Per poi soffermarsi sulla norma nata per mettere una stretta ai cosiddetti negozietti etnici, che però proprio in Sicilia ha registrato un'accoglienza più che tiepida. «I sindaci potranno chiudere o ridurre gli orari d'apertura dei negozio che non rispettano le norme o attirano una clientela problematica», sottolinea il ministro. Tra le buone notizie per l'Isola, Salvini elenca poi l'uso del taser per i vigili urbani e le norme contro l'accattonaggio molesto e quelle per favorire gli sfratti

Parole poi anche sul contrasto della criminalità organizzata. «Abbiamo rafforzato l'Agenzia per i beni confiscati, abbiamo previsto pene più severe per gli amministratori condannati per mafia, abbiamo ideato nuovi meccanismi per strappare le proprietà ai boss», si legge nell'editoriale scritto sul quotidiano di recente confiscato all'imprenditore Mario Ciancio Sanfilippo, accusato, dai magistrati della Dda di Catania, di avere «nel tempo fornito un apporto costante alla famiglia catanese di Cosa nostra». Salvini, dopo avere annunciato il proprio impegno nella manovra finanziaria in fatto di flat tax, partite iva, detraibilità Imu per i capannoni e riduzione dei contributi Inail per le imprese, conclude assicurando di avere a cuore il destino dell'Isola. «Vogliamo passare dalle parole ai fatti. Non chiudiamo il dialogo col territorio e con gli amministratori. Non dimentico la Sicilia e i siciliani».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email