Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Mafia, i Lombardo verso il processo
Il Gip Barone smentisce la Procura

Rigettata la richiesta di archiviazione per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa per i fratelli Angelo e Raffaele Lombardo. Il Gip Luigi Barone ha deciso per l'imputazione coatta. Ora la procura dovrà formulare entro dieci giorni la nuova accusa

Carmen Valisano

Colpo di scena al processo che vede imputati i fratelli Angelo e Raffaele Lombardo per concorso esterno in associazione mafiosa. La procura catanese aveva chiesto l'archiviazione, decisione ovviamente appoggiata anche dai legali del deputato dell'Mpa e del Governatore regionale. Ma stamattina il Giudice per le indagini preliminari Luigi Barone ha respinto la richiesta di entrambe le parti, decidendo l'imputazione coatta per i due imputati.

«Non è una pronuncia definitiva, ma una decisione che dovrà passare al vaglio di un Gip» ha affermato l'avvocato Giudo Ziccone, legale dei Lombardo, che getta acqua sul fuoco. «Faremo valere con forza, determinazione convinzioni le nostre ragioni. Noi eravamo e siamo sereni perchè certi delle nostre ragioni».

Più difficile la posizione - sconfessata - della Procura etnea. I pm erano arrivati alla richiesta di archiviazione dopo la sentenza che nel 2010 ha assolto il deputato siciliano Calogero Mannino dalla stessa accusa. Con la decisione di oggi, l'intero processo subirà un'accelerazione, visto che entro dieci giorni dovrà essere formulata l'accusa. «Continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa serenità di sempre, seguendo le indicazioni che sono arrivate dal giudice» ha affermato il procuratore catanese Giovanni Salvi.

 

[Foto di Forum PA]

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×