Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, i vandali prendono di nuovo di mira l'Apas
Distrutto materiale necessario al banco alimentare

Qualcuno ha nuovamente preso di mira il camioncino dell'associazione di protezione civile paternese. Stavolta sono stati fatti a pezzi i contenitori termici usati per la distribuzione dei pasti alle famiglie bisognose sul territorio. Guarda le foto

Salvatore Caruso

Foto di: Apas Paternò

Foto di: Apas Paternò

Ancora vandali in azione a Paternò e ancora una volta ad essere presa di mira la sede dell’Apas Paternò, l’associazione di protezione civile di via Giovanni Verga, nel complesso di edifici che ospitano l’istituto comprensivo G. Marconi. I vandali di turno sono entrati in azione proprio nei giorni in cui sono in corso i festeggiamenti della Santa Patrona Barbara. I malviventi hanno danneggiato un autocarro in dotazione alla protezione civile, in sosta nel piazzale interno dell’edificio. Non si esclude che gli autori dell’atto vandalico possano essere anche dei giovanissimi paternesi: sono stati fatti a pezzi i contenitori temici utilizzati per il banco alimentare che si trovavano all'interno del mezzo. A fare la scoperta sono stati il presidente Salvo Pappalardo e i volontari all’apertura della sede, i danni sono ancora da quantificare. «È l’ennesimo atto di inciviltà contro la nostra associazione – dichiara a MeridioNews un amareggiato Salvo Pappalardo - Non è tanto il danno materiale ma piuttosto la cattiveria mostrata nel distruggere i contenitori e il mancato rispetto per le cose altrui. Un atto di violenza gratuito e senza giustificazione. È il secondo che subiamo nel giro di un mese». 

Circa un mese fa, nel periodo delle festività di Ognissanti, ignoti sono entrati nella sede, hanno tagliato il telone dell'autocarro e danneggiato i contenitori termici. «Abbiamo presentato regolare denuncia alle forze dell’ordine. Per proteggerci abbiamo acquistato delle telecamere per attivare il sistema di video-sorveglianza». Non è la prima volta che l’associazione di protezione civile è oggetto di furti o danneggiamenti. In passato ignoti hanno dato fuoco a un’ambulanza dell’Apas. Messaggi di solidarietà sono arrivati non solo dalle autorità locali ma anche da semplici cittadini. «Un gesto inqualificabile ai danni di chi fonda il suo operato sulla solidarietà e la cura del prossimo - sostiene Lorenzo Colaleo, presidente di Anpas Sicilia - Lascia sorpresi l'accanimento sui materiali che vengono utilizzati per la distribuzione del banco alimentare alle famiglie bisognose di Paternò».

Nel frattempo, sempre a Paternò, ignoti hanno tentato di introdursi all'interno dell'ex cinema Santa Barbara. Un immobile comunale costato diverse centinaia di migliaia di euro tra acquisto e prima ristrutturazione, ancora da completare e mai entrato in funzione. La porta d'ingresso è stata danneggiata, restano da accertare eventuali problemi all'interno. Fatti che si verificano a pochi giorni dalla notizia dell'esclusione della città di Paternò dai finanziamenti del ministero dell'Interno per i progetti di videosorveglianza

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews