Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Uccide figlio di 3 mesi, per la mamma arrivano domiciliari
La donna verrà curata dentro a una struttura terapeutica

Dopo alcuni giorni nel carcere di piazza Lanza è arrivato il trasferimento. Soddisfatto, per l'accoglimento della richiesta, l'avvocato Luigi Zinno. Sul tavolo dei pm Ignazio Fonzo e Fabio Saponara le ammissioni della signora e l'accusa di infanticidio 

Dario De Luca

Foto di: MeridioNews

Foto di: MeridioNews

Una struttura terapeutica a Mascalucia idonea a curarla, anziché la sezione femminile della casa circondariale di piazza Lanza, a Catania. È di pochi minuti fa la notizia del trasferimento agli arresti domiciliari della mamma accusata di avere ucciso il figlio di tre mesi. La donna era finita dietro le sbarre su richiesta della procura etnea, con l'indagine condotta dai magistrati Ignazio Fonzo e Fabio SaponaraDopo l'interrogatorio di garanzia, a cui l'indagata si è sottoposta martedì, è stata accolta la richiesta del suo legale, l'avvocato Luigi Zinno. «Con questo trasferimento in una comunità la signora avrà la possibilità di essere sottoposta alle cure di cui ha bisogno», commenta Zinno raggiunto telefonicamente da MeridioNews. Sottolineando, ancora una volta, la tesi che la difesa ha sostenuto fin dal primo momento. Ovvero che la mamma non avrebbe voluto uccidere il piccolo Lorenzo, agendo in stato confusionale. 

Nel provvedimento con cui era finita in carcere la giudice Giuseppina Montuori sottolineava «una evidente incapacità nell'autocontrollo» da parte della donna. Capace di agire «per uccidere con violenza». Stando alla ricostruzione della polizia la mamma avrebbe scaraventato a terra il figlio mentre lo teneva tra le braccia, all'interno della stanza da letto. In un primo momento la versione dell'indagata era stata diversa. Lei stessa aveva raccontato ai soccorritori che il figlio era caduto accidentalmente, forse per una spinta che lo stesso si era dato. Il copione però cambia con i magistrati. Davanti i quali si assiste a una sorta di confessione, negando però di avere voluto ammazzare Lorenzo. Nei verbali del suo interrogatorio, come raccontato ne giorni scorsi da MeridioNews, la mamma faceva riferimento a un «momento di buio», in una situazione di evidente «nervosismo». Stando alle dichiarazioni di alcuni familiari, e di qualche vicina di casa, la signora in più occasioni avrebbe manifestato insoddisfazione per la gravidanza e per l'allontanamento del compagno.

Ipotesi, quest'ultima, smentita dall'avvocato. Luigi Zinno, incontrando i giornalisti al termine dell'interrogatorio di garanzia, aveva spiegato che in realtà la signora aveva sempre voluto quel bambino. Senza «mai pensare ad abortire». Per lei adesso comincerà un percorso di cure, senza dimenticare la perizia psichiatrica che il legale ha già annunciato di richiedere. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Partecipa al sondaggio

e ricevi gratuitamente un nostro eBook

Considerato che MeridioNews non gode di contributi pubblici, quanto saresti disposto a pagare al mese per leggerlo?

Non pagherei 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Vorremmo inoltre non dipendere dagli inserzionisti. Quanto saresti disposto ad aggiungere per leggere MeridioNews senza pubblicità?

Niente, terrei la pubblicità 1 € 2 € 3 € 4 € 5 €

Grazie per aver partecipato al sondaggio

Voglio ricevere l'eBook

Non voglio ricevere l'eBook

Inserisci la tua Email