Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Il presepe in giro per Catania su un bus Amt
Bellavia: «Ci richiamiamo a valori tradizione»

Una vettura storica toccherà le sei municipalità con a bordo una rappresentazione della Natività firmata da un maestro di Caltagirone. Biglietti gratis per scongiurare un Natale nel caos traffico. Le parole del presidente. Guarda le foto

Giorgia Lodato

Un autobus storico con un enorme presepe a bordo. Così l’Amt, l’azienda metropolitana dei trasporti di Catania, ha deciso di augurare alla città di trascorrere delle festività serene e nel segno della tradizione. «Ogni anno l’azienda organizza delle attività per Natale e quest’anno, su input della collega del consiglio di amministrazione Serena Spoto, abbiamo pensato di fare una cosa un po’ diversa anche se molto tradizionale – spiega a MeridioNews il presidente Giacomo Bellavia. Che aggiunge: «Nulla di nuovo, nulla di inventato, l’obiettivo è richiamarci ai valori della tradizione attraverso il presepe, soprattutto in un momento difficile per l’azienda e per la città, a cui volevamo dare un bel segnale».

L’iniziativa, ci tiene a precisare Bellavia, è stata sponsorizzata da privati, senza chiedere soldi al comune, e con il contributo di Amas, associazione mediterranea autobus storici: «Abbiamo coinvolto tante realtà perché ci tenevamo molto, visto che in tutte le comunità, anche quando ci sono delle difficoltà da affrontare, il Natale e le feste si devono celebrare». Pastori, buoi, asinelli occupano quindi l’intera superficie di una vettura storica, da oggi in giro per la città a cominciare da piazza Università, dove il presepe verrà presentato ufficialmente ai catanesi. Poi soste nelle sei municipalità, tra scuole e piazze, per incontrare adulti e bambini che visiteranno il presepe itinerante e che avranno anche la possibilità di incontrare Babbo Natale in carne e ossa.

«Il sabato e la domenica, da domani e fino a Natale, diamo la possibilità di viaggiare sui mezzi in maniera gratuita - ricorda poi Bellavia - così da incentivare l’uso del mezzo pubblico e offrire la possibilità ai cittadini di fare qualche compera natalizia in centro città». Buone notizie, quindi, per chi è costretto a girare in auto ed è già andato incontro al caos e alle lunghe code che si creano durante il periodo natalizio.

«Il presepe itinerante è stato allestito in collaborazione con un noto presepista di CaltagironeGiacomo Buscemi – sottolinea Serena Spoto, consigliere di Amt - e girerà per tutta la città insieme ai musicisti Leocata e Zuccaro della tradizione siciliana dei cantastorie, i cosiddetti nannareddi, per far rivivere le nostre tradizioni a tutti i cittadini». Un pensiero, inoltre, anche per i figli dei detenuti della casa circondariale di Bicocca, dove l’autobus sosterà in collaborazione con la Croce Rossa per allietare l’attesa dei bambini.

La campagna di Natale 2018 prevede anche un ticket di viaggio pensato appositamente per le feste e una serie di affissioni e cartelli sui pannelli laterali delle vetture in cui campeggia la scritta pensata dall’agenzia Kamaleontica - Tutte le strade portano a casa, fatti guidare da Amtche rimarca i sentimenti di unione e di appartenenza legati alle festività. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×