Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Centro, all'alba sassi e molotov contro il cso Auro
Alcuni feriti, portone bruciato e due auto distrutte

I vigili del fuoco sono stati chiamati poco prima delle 4 da alcuni residenti, in seguito a una sassaiola e al lancio di bottiglie incendiarie verso l'ingresso dell'edificio in via Santa Maria del Rosario. I responsabili non sono ancora stati identificati. Guarda le foto

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

«C'erano decine di persone in strada. Hanno iniziato a lanciare pietre credo per convincere a uscire chi stava dentro l'Auro. Dico credo perché, alle 4 del mattino, non è che le cose fossero così chiare. Poi hanno anche bruciato il portone». Racconta così, a MeridioNews, una residente il brusco risveglio di oggi in centro storico, zona piazza Università. Dove un gruppo di persone non ancora identificate, poco prima delle 4 del mattino, ha preso a sassate e forse lanciato bottiglie incendiarie verso l'ingresso del centro sociale occupato Auro, in via Santa Maria del Rosario. Da quanto si apprende ci sarebbero dei feriti, mentre la zona sembra un campo di battaglia: il portone della struttura annerito dalle fiamme e alcune macchine intorno distrutte e danneggiate dalle pietre lanciate. 

A chiamare i soccorsi sono stati alcuni residenti, che hanno allertato i vigili del fuoco del comando provinciale di via Cesare Beccaria, arrivati in via Santa Maria del Rosario con una squadra più il supporto di un'autobotte. Un lungo intervento il loro, che ha permesso di rientrare in caserma solo poco prima delle 5.30 del mattino. Presenti anche alcune voltanti della polizia e un'ambulanza del 118. Secondo le testimonianze di alcuni residenti qualcuno avrebbe anche accumulato rifiuti e altro materiale per darlo alla fiamme, in prossimità del portone principale della struttura.

Non si sa ancora nulla sulla gravità delle ferite riportate da quanti sarebbero rimasti coinvolti nell'episodio. Al momento la polizia sta lavorando per identificare i responsabili del lancio di sassi e molotov, e capire i motivi di quest'atto di violenza. L'ultima volta che le fiamme avevano interessato l'edificio era marzo 2017. Quando, sempre di notte, un altro incendio - ma in quel caso divampato all'interno della struttura - aveva minacciato gli occupanti che dormivano.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.