Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Perseguita e minaccia una donna, arrestato

Redazione

La Polizia di Stato ha arrestato il pregiudicato catanese Alfio Santo Gioia (classe 1959) per lesioni personali aggravate e atti persecutori. Nella tarda mattinata dello scorso 10 dicembre, presso il commissariato centrale arrivava una donna in stato di panico, conosciuta dagli operatori di polizia poiché nello scorso mese di novembre aveva denunciato un uomo per atti persecutori, invocando aiuto, poiché inseguita da un uomo che, successivamente identificato, risultava essere quello della denuncia ed esattamente il predetto arrestato Alfio Santo Gioia, scoperto successivamente che la perseguitava da più di un anno.

Alfio Santo Gioia

I poliziotti soccorrevano la donna, bloccando tempestivamente l’inseguitore, che era riuscito persino a entrare nell’atrio dello stabile ove è ubicato il commissariato. La donna veniva rassicurata, calmata e accompagnata al pronto soccorso per le cure del caso in quanto presentava delle ecchimosi al volto e accusava dolori agli arti inferiori. La conoscenza, degli investigatori, delle pregresse condotte violente messe in atto dall’uomo, permettevano di focalizzare quanto stava accadendo. 

Infatti, avendo trattato la denuncia di atti persecutori presentata dalla donna nel mese precedente e avendone dato comunicazione all’autorità giudiziaria, si stava seguendo e monitorando l’evolversi del caso. Ultimati gli accertamenti sanitari, la malcapitata formalizzava la denuncia riferendo di essere stata picchiata nella stessa mattinata, di essere stata minacciata con un coltello e inseguita per strada sino al commissariato, ove trovava riparo e protezione. 

Inoltre, gli agenti eseguivano una perquisizione personale rinvenendo, nella tasca dei pantaloni dell’uomo, due coltelli, entrambi a serramanico. Durante la redazione degli atti l’uomo più volte cercava di sfuggire al controllo degli operatori manifestando l’espressa volontà di rintracciare la vittima all’interno degli stessi uffici, continuando a proferire frasi con minacce di morte all’indirizzo della donna. Pertanto, visti i ripetuti episodi di violenza e di stalking di Gioia, veniva tratto in arresto e associato presso la casa circondariale piazza Lanza di Catania a disposizione dell’autorità giudiziaria.

(Fonte: questura di Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.