Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Etna, immagini mozzafiato dell'eruzione al tramonto
«Aperta una frattura a bottoniera fino a 2400 metri»

«Passiamo lì sopra dieci ore al giorno, la prima cosa che impariamo è che le regole della natura devono essere rispettate». A parlare a MeridioNews sono due guide vulcanologiche di Etna Sud, che si trovano ancora sul versante caldo. Guarda i video

Luisa Santangelo

Foto di: Salvo Longo

Foto di: Salvo Longo

«Passiamo lì sopra dieci ore al giorno, la prima cosa che impariamo è che le regole della natura devono essere rispettate. L'Etna è un vulcano attivo, fa solo il suo lavoro». Andrea Mazzaglia è una delle guide vulcanologiche di Etna Sud. Questa mattina, intorno alle 11, si trovava sul versante da cui si è aperta la fessura della colata che si avvia nella Valle del Bove. «Sono ancora qui, a circa 2500 metri - racconta a MeridioNews - La situazione mi pare perfettamente sotto controllo, l'attività sembra un poco calata. Ma ovviamente non si può prevedere cosa accadrà nelle prossime ore». 

Nel momento clou, in mattinata, sono state per prime le guide di Etna Sud a invitare ad allontanarsi le persone che si trovavano sull'Etna: «Non c'erano molti turisti - spiega - Per lo più si trattava di addetti ai lavori. Stamattina c'era un vento fortissimo, che non rendeva semplice avvicinarsi. Quando l'attività si è fatta più intensa, dopo i primi tremori, non abbiamo fatto altro che dire a chi c'era di allontanarsi, per la sicurezza di tutti, anche se il rischio era piuttosto limitato».

Normalmente, in situazioni di rischio, i Comuni dell'area sommitale o la prefettura di Catania emanano ordinanze per interdire l'accesso alle quote più elevate. Prima che si muovano le istituzioni, però, è il vulcano a dettare i tempi e la conoscenza del territorio a stabilire il da farsi. «Il nostro lavoro è comunque salvaguardare la sicurezza delle persone - prosegue Mazzaglia - Quello che sta accadendo oggi rientra nella normale attività dell'Etna, aspettiamo di vedere come evolve». 

Dello stesso avviso è il collega Salvo Longo. Raggiunto telefonicamente da questa testata, si trova a tremila metri sul livello del mare, proprio sul versante Sud-Est: «Questa mattina non si riusciva a capire molto di quello che stava accadendo - racconta Longo - La nube di cenere copriva l'intera zona. Adesso, anche se c'è ancora molto vento, quello che succede è più chiaro: la frattura si è aperta a bottoniera, ha iniziato intorno ai 2900, 3000 metri e scende fino a 2400, più o meno». «Più tardi scenderò di nuovo di quota e proverò ad avvicinarmi ancora un po' - conclude - Nel frattempo, con la relativa calma che c'è, mi sto godendo lo spettacolo». 

(Per i video si ringraziano il Cai di Linguaglossa e le guide vulcanologiche Giuseppe Amendolia, Andrea Mazzaglia e Salvo Longo)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×