Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Rieti-Catania 0-1, ecco chi sale e chi scende
Calapai incontenibile, ma l'attacco è spuntato

I rossazzurri trovano tre punti fondamentali a Rieti, grazie alla rete del terzino destro a 9' dalla fine. Proprio Calapai è il migliore in campo, sia per il gol che grazie a una prestazione di rilievo per spinta e contenimento. Attacco, invece, ancora abulico

Giorgio Tosto

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Foto di: Calcio Catania Spa Official

Il Catania trova il secondo successo consecutivo, tornando dalla trasferta di Rieti con un prezioso 1-0, firmato dal bolide scoccato da Luca Calapai a nove minuti dal termine. Sono tre punti che danno continuità al progetto di risalita dei rossazzurri, confermando l'impermeabilità di una difesa che non subisce reti da quattro incontri. Calapai, incontenibile, è per distacco il migliore in campo. Marotta e Curiale, invece, impensieriscono troppo poco il portiere di casa Costa. 

Top

Luca Calapai: Altra prova da dieci e lode per il terzino destro rossazzurro, già tra i migliori durante la gara con la Cavese. Il padrone della fascia destra non può che essere lui, una costante spina nel fianco per il terzino avversario grazie alle sue grandi capacità di spinta e corsa. La rete dell'1-0 poi è un autentico gioiello, sia per l'azione che l'ha preceduto, sia per la bravura con cui il numero 26 rossazzurro si coordina dalla distanza per battere Costa

Top

Marco Biagianti: L'anima della squadra è indiscutibilmente rappresentata dal suo Capitano. Dopo aver saltato la partita di domenica, Biagianti ha ripreso il suo posto in mezzo al campo, dando come al solito tutto. La prestazione del 27 rossazzurro è fatta di grinta e precisione nelle chiusure, ma anche di ottima predisposizione quando si tratta di iniziare le azioni offensive. Promosso a pieni voti.

Top

Ezequiel Llama: Poco più di venti minuti in campo per l'argentino, sufficienti però per sperare in un suo completo recupero a livello fisico. La sua proprietà di palleggio è un lusso totale, per questa categoria. Riesce subito ad entrare in partita, mettendo un cross pericolosissimo e provando la conclusione dal limite: sublimi i duetti di prima con l'altro piede sinistro d'oro della squadra, Lodi.

Flop

Davis Curiale: Pesa sulla valutazione la rete annullata nel primo tempo, quando l'arbitro ravvede una sua carica sul difensore al momento del colpo di testa che sarebbe valso l'1-0. Per il resto, però, il numero 11 etneo non si vede molto, finendo schiacciato nella morsa dei centrali ospiti. Poca profondità e prevedibilità, all'interno di una cornice in cui non è mai riuscito ad emergere. Rimandato al prossimo appello.

Flop

Alessandro Marotta: Tanta corsa e cuore, per il numero 9 ancora una volta in versione esterno d'attacco. Per essere più letale e funzionale alla squadra però, oltre allo spirito di sacrificio  in cui tanto ricorda Mario Mandzukic, dovrebbe mutuare dal croato della Juve anche l'essere decisivo nei momenti clou. Mai un cross pericoloso, né tanto meno un tiro: bisogna migliorare, in tal senso.

Flop

Andrea Esposito: Il centrale difensivo rileva a inizio ripresa l'infortunato Silvestri, proiettandosi spesso e volentieri in avanti in occasione dei calci piazzati, ma dando l'impressione di essere fin troppo svagato in alcuni disimpegni difensivi in cui mette i brividi a tifosi e compagni di squadra. In Serie C, alle volte, è meglio mandare la palla in tribuna piuttosto che prendersi rischi inutili.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×