Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, spariti centomila euro dai conti correnti
Chiesto processo per una ex dipendente di Poste

In un caso, avrebbe tenuto per sé 32mila euro che i risparmiatori le avevano affidato per l'acquisto di obbligazioni. In un'altra circostanza avrebbe spostato cinquemila euro da un conto per coprire l'ammanco da un'altra parte. Sotto accusa una 61enne

Salvatore Caruso

È accusata di peculato, sostituzione di persona ed accesso abusivo a sistema informatico, con l’aggravante di averli commessi da pubblico ufficiale in violazione dei doveri derivanti dal proprio servizio, la ex impiegata di Poste Italiane di 61 anni, in servizio presso gli uffici di Adrano, che dal 2010 al 2015, avrebbe sottratto circa centomila euro da conti correnti postali e libretti al portatore per utilizzarli a suo favore. A scoprire il fatto gli agenti del commissariato di Adrano che hanno condotto una specifica attività investigativa, che ha avuto inizio subito dopo la denuncia presentata alle forze dell’ordine da un cliente e dagli stessi vertici di Poste italiane. All’ex impiegata, ormai in pensione, sarebbero stati contestati 13 casi di presunti spostamenti di denaro effettuati senza che i titolari di conti correnti o libretti ne fossero a conoscenza. 

La pubblica accusa rappresentata da Valentina Grosso ha chiesto il rinvio a giudizio della donna: l'udienza è in programma il prossimo mese di febbraio. Una vicenda particolare che ha portato Poste Italiane, dopo specifici e accurati controlli, a rimborsare le vittime del raggiro che risiedono tra i Comuni di Adrano e Biancavilla. Diversi i casi portati alla luce dai poliziotti del locale commissariato: in particolare in una circostanza, la consulente, utilizzando una somma di circa 32mila che una famiglia adranita le aveva affidato per l’acquisto di obbligazioni, anziché procedere all’operazione finanziaria «se ne sarebbe appropriata senza dare seguito all’investimento». 

In un altro caso la donna, utilizzando illecitamente le identità di due cointestatari di un libretto su cui si trovava un buono fruttifero, avrebbe aperto un altro deposito su cui trasferire il buono. Per portare a compimento l’azione, l’impiegata avrebbe effettuato tre prelievi non autorizzati, appropriandosi di cinquemila euro. Ed ancora in un altro caso avrebbe disposto, da un conto corrente di un cliente, l’emissione di un assegno di 5480 euro. Cinquemila euro li avrebbe versati in un libretto di una precedente vittima, nel tentativo di nascondere l’ammanco.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×