Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Santa Maria Licodia, gatto torturato con una corda
Ritrovato morto in strada, verifiche dei carabinieri

Il cadavere dell'animale è stato rinvenuto in via Costa Botte dell'Acqua, con una fune di iuta lunga circa due metri intorno al collo. C'è l'ipotesi che il corpo sia stato trascinato da qualcuno in auto o in scooter. Il suo cadavere è stato individuato da una ragazza

Salvatore Caruso

Orrore a Santa Maria di Licodia in via Costa Botte dell’Acqua, il tratto di strada che collega Viale Strasburgo con la zona storica della Fontana del Cherubino, dove nella tarda mattinata di oggi, è stato ritrovato il cadavere di un gatto con una corda di iuta lunga circa due metri legata al collo. A fare la scoperta una ragazza del posto che a piedi, transitando lungo la strada, ha rivenuto la carcassa del gattino al margine della strada. 

Rimane da ricostruire la dinamica dei fatti. Non è da escludere che l’uccisione dell'animale possa essere avvenuto qualche ora prima del suo rinvenimento, a opera di uno o più soggetti che a bordo di un mezzo, auto o scooter, abbiano trascinato il gatto lungo la strada, per poi abbandonarlo. A quanto sembra il micio, un meticcio, non era dotato di targhetta identificativa; il che lascia pensare che fosse un randagio

Dell'accaduto sono stati informati i carabinieri, i quali cercheranno di identificare gli autori del gesto. La zona è particolarmente isolata: sarà pertanto difficile che si possa risalire a coloro che hanno compiuto un'azione tanto sadica e ingiustificata. Non è escluso che si tratti di ragazzi del luogo. Frattanto il corpo del gatto è stato rimosso

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×