Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, danneggiata la tensostruttura della villa
Feci sul campo, rubati palloni e 400 euro contanti

Ritrovato a pezzi anche lo striscione della squadra di basket, che recita la frase «la mafia fa schifo». Proprio i dirigenti della società cestistica, che gestisce la struttura, hanno contattato polizia e vigili urbani. Al vaglio le immagini di sorveglianza. Guarda le foto

Salvatore Caruso

Foto di: Ufficio stampa Adrano Basket

Foto di: Ufficio stampa Adrano Basket

«Un episodio di stupidità sublime». La definizione, calzante, è dell'ufficio stampa dell'Adrano Basket. Questa notte qualcuno ha tagliato il telo della tensostruttura che si trova all'interno della villa comunale e, una volta dentro, ha danneggiato il campo di pallacanestro a più riprese, oltre che alcuni oggetti di proprietà della società cestistica. Panchine rovesciate a terra, quattro palloni da gara scomparsi (con la cesta in ferro che li contiene forzata), 400 euro in contanti rubati. Soprattutto, sul campo sono state ritrovate delle feci. E lo striscione della squadra, che recita la frase «la mafia fa schifo», è stato fatto a pezzi

A contattare la polizia sono stati proprio i dirigenti della Di Stefano Trasporti Adrano Basket, che oggi pomeriggio avrebbero riaperto gli allenamenti di minibasket dopo la sosta per le feste natalizie. Sul posto anche la polizia municipale. «L’immagine più triste - scrivono i bianconeri su Facebook - è stata quella di vedere i bambini tornarsene a casa perché impossibilitati a svolgere attività sportiva». Sul campo sono stati ritrovati degli occhiali rotti, ma non è chiaro se appartengano a una delle persone coinvolte oppure no. La polizia non esclude alcuna ipotesi, una delle quali porterebbe a ragazzi del posto. Al vaglio le immagini dei sistemi di video sorveglianza che si trovano in quel zona. 

Intanto i ragazzi della società sportiva hanno lanciato una raccolta fondi per ripristinare lo striscione con la scritta La mafia fa schifo. Per aderire, cliccare qui.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×