Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Randazzo, incendio distrugge un appartamento
Due squadre dei pompieri per domare le fiamme

Sarebbe stata una stufa elettrica a dare il via al rogo. Nella casa - dichiarata inagibile dai vigili del fuoco e dai tecnici del Comune - abitavano una donna 90enne e la figlia. Sul posto carabinieri e polizia municipale, per alleggerire il traffico nella zona

Redazione

Sembra sia stata una stufa elettrica a provocare l’incendio che ha completamente distrutto un’abitazione a Randazzo, in zona San Martino. Nella casa, dichiarata inagibile dopo i sopralluoghi effettuati dai vigili del fuoco e dal personale dell’ufficio tecnico comunale, abitavano una 90enne e la figlia, che nulla hanno potuto quando, poco dopo mezzogiorno, le fiamme si sono levate alte. Le due donne hanno cercato di spegnere l’incendio, ma inutilmente. 

Per domare le fiamme è stato necessario l’intervento di due squadre di vigili del fuoco, una del distaccamento randazzese e l’altra proveniente da Linguaglossa. Enormi i danni, con un gran numero mobili e suppellettili divorati dal fuoco. Sul posto anche i carabinieri e una pattuglia della polizia municipale, che hanno regolato il traffico nelle strette viuzze, per permettere ai pompieri di operare in sicurezza.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×