Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Vizzini, un dottore aggredito alla guardia medica
Asp: «Un fatto molto grave, saremo al suo fianco»

Un uomo si è presentato nel primo pomeriggio al punto di primo intervento, a quanto pare con l'intenzione di colpire il medico. Ma i sistemi di video sorveglianza avrebbero funzionato in tempo. Solidarietà dal commissario dell'azienda Maurizio Lanza

Redazione

Foto di: google maps

Foto di: google maps

Un uomo, di nazionalità straniera, si è recato nel tardo pomeriggio di oggi presso il punto di primo intervento (Ppi) di Vizzini, dove ha tentato di aggredire il medico di turno. Il Ppi opera negli stessi locali della guardia medica. La sede, come tutti i presidi di continuità assistenziale dell’Asp di Catania, è dotata di videosorveglianza e di tutti i sistemi di sicurezza a tutela degli operatori previsti dall'assessorato regionale alla Salute.

Il medico, avvertito di ciò che stava avvenendo dalle immagini della videosorveglianza, ha adottato tutti i sistemi di protezione individuale e ha attivato l’allarme collegato direttamente con la centrale operativa della vigilanza privata che ha avvertito, a sua volta, i carabinieri i quali, giunti immediatamente sul posto, hanno fermato l’uomo.

Non sono note le ragioni del grave gesto che viene fermamente condannato dal commissario straordinario dell’Asp di Catania Maurizio Lanza, il quale ha raggiunto al telefono il medico coinvolto, sincerandosi sulle sue condizioni di salute ed esprimendogli solidarietà, ed ha annunciato che l’Asp di Catania si costituirà nelle sedi opportune, a fianco del medico.

«Ringrazio i carabinieri per il loro pronto intervento - ha detto il manager dell’Asp di Catania -. Quello che è successo è molto grave. I sistemi di sicurezza a tutela degli operatori, voluti fortemente dall’assessore regionale alla salute Ruggero Razza, hanno funzionato e hanno garantito la sicurezza del medico». Il tema della sicurezza dei lavoratori è fra le priorità indicate da Lanza, sin dall'inizio del suo mandato, e ribadite, anche oggi, con le organizzazioni di categoria.

(Fonte: ufficio stampa Asp Catania)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×