Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Unict, Recca sanziona il giurista Di Cataldo
«Accuse infondate, gravissime e infamanti»

Dopo il caos sullo Statuto, è di nuovo scontro tra il rettore e il preside dell'ex facoltà di giurisprudenza. Il magnifco ha avviato contro il giurista un procedimento disciplinare per aver accordato ad un docente una supplenza ad Enna. Procedura «vietata» da Unict a causa dei «gravi inadempimenti» del Consorzio ennese e della Kore. Ma il prof. si difende e, in attesa della decisione, critica la procedura: «Dobbiamo sottostare ad un'università con un meccanismo di legge medievale, in cui non esiste nessuna differenza tra accusa e giudice»

Perla Maria Gubernale

Non c'è pace tra i corridoi dell'Università di Catania. Dopo la lunga e tumultuosa polemica dei mesi scorsi sullo Statuto d'Ateneo, arriva un'altra battaglia in carta bollata tra il rettore Antonino Recca e il preside dissidente Vincenzo Di Cataldo. Questa volta l'oggetto del contendere è l'avvio, da parte dell'amministrazione centrale, di un procedimento disciplinare contro il docente. Il motivo? Il parere favorevole del consiglio della facoltà di Giurisprudenza al rilascio del nulla osta richiesto da un docente per svolgere attività didattica di supplenza presso l'università di Enna. Procedura, questa, «vietata» da Unict a causa dei «gravi adempimenti» del Consorzio ennese e della Kore. Ma il preside Di Cataldo si difende: le accuse, oltre ad essere «gravissime ed infamanti», sarebbero «infondate» sulla base della stessa normativa. «Un procedimento disciplinare va fatto dopo un'istruttoria attenta e pensata, non è una cosa che si può fare così, con leggerezza», commenta risoluto sulle accuse a lui rivolte dal rettore.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×