Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Chiosco villa Pacini, ipotesi del ritorno dell'ex gestore
Dalla delega firmata per Orazio Buda all'inchiesta 2014

Palazzo degli elefanti potrebbe riallacciare un legame di collaborazione con Francesco La Spina, indagato e poi archiviato perché ritenuto dai pm un prestanome di Orazio Buda. Che lo rappresentò con delega nella gara per la gestione del baretto

Marco Militello

«Stiamo rivedendo l'assegnazione della gestione di villa Pacini al chiosco che si trova al suo interno. Quel rapporto saltò pochi anni fa a causa di qualche problema giudiziario (del titolare, ndr), che però è stato superato. Quindi stiamo valutando se è possibile riaffidare la gestione. Abbiamo già fatto un incontro con la ditta, che è ben lieta di potersi dedicare al giardinaggio e alle piccole manutenzioni». A conversare con MeridioNews è Ludovico Balsamo, assessore alle Attività produttive. Il riferimento è a un vecchio bando di gestione le cui pratiche sono partite nel 2012. Il 27 settembre ad aggiudicarsi provvisoriamente il chiosco e la manutenzione - straordinaria e ordinaria - di villa Pacini è la ditta individuale Francesco La Spina. Unica partecipante al mini-appalto ad avere le carte in regola, offrendo un canone annuo di 1500 euro da moltiplicare per i sei anni di validità della concessione. Una storia normale, non fosse altro che il 17 novembre 2014 la situazione cambia radicalmente e il chiosco viene sequestrato dalla magistratura. Per poi essere confiscato il 4 maggio 2016.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×