Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Linguaglossa, Guzzetta a un passo dalle dimissioni
Presidente del consiglio in rotta con maggioranza

Già stamane potrebbe concretizzarsi l'uscita di scena di uno dei consiglieri più votati nel 2017. Un ruolo, nel suo progressivo allontamento dalla maggioranza del sindaco Salvatore Puglisi, pare lo abbia giocato anche il fratello Claudio, ex vicesindaco

Francesco Vasta

Una riunione di qualche giorno fa con tutti gli attori della maggioranza avrebbe sancito un passo nell'aria già da tempo. Aldo Guzzetta, presidente del consiglio di Linguaglossa, dovrebbe lasciare stamane la poltrona che occupa dall'estate del 2017, dimettendosi anche dallo scranno consiliare. Si tratterebbe dell'epilogo di un progressivo allontanamento dall'amministrazione del sindaco Salvatore Puglisi che da un po' aveva assunto i caratteri dell'irreversibilità. 

Un ruolo, nel verificarsi del primo, autentico, colpo di scena politico dalle Amministrative del 2017, pare lo abbia giocato l'ex vicesindaco Claudio Guzzetta, fratello del presidente del consiglio. Attore della politica etnea di lungo corso, vicino al Pd e, da ultimo, al deputato Ars Nicola D'Agostino, l'ex amministratore era stato uno dei protagonisti dell'assemblaggio della coalizione che ha poi consegnato al sindaco Puglisi una larga vittoria. Il fratello, in seguito, rientrò fra i consiglieri più votati tanto da essere poi designato per la guida dell'aula. I rapporti tra i Guzzetta e il primo cittadino, tuttavia, sono rapidamente finiti nel frullatore di dissapori politici che sembrano legati soprattutto agli equilibri fra le varie componenti della maggioranza di Puglisi.

Da qui un malessere, sembrerebbe incrementatosi anche alla luce dell'inchiesta Aetna della procura di Catania che ha terremotato il comune di Linguaglossa, che nelle ultime settimane ha raggiunto il punto di non ritorno. La scelta di lasciare anche la poltrona di consigliere - pronto a subentrare è Carmelo D'Agostino, fedelissimo del sindaco Puglisi - sembrerebbe legata alla volontà di evitare che, alla rottura dell'alleanza, possa seguire una guerriglia politica in aula che parrebbe non intrigare nessuna delle forze in campo. 

Aldo Guzzetta non è nuovo alla mossa delle dimissioni a sorpresa:  nel 2016, durante il mandato da sindaca di Rosa Maria Vecchiolasciò di colpo l’incarico di vicesindaco per collocarsi all’opposizione della vecchia giunta di centrosinistra. Una rottura che poi rese quasi naturale il patto con la coalizione di Salvo Puglisi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×