Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, ergastolo per omicidio di Massimo Pappalardo
Bruciò il corpo del rivale in amore dopo avergli sparato

È la condanna della prima corte d'assise di Catania per il 49enne Ignazio Sciurello. Inoltre, 24 anni per concorso in omicidio sono stati inflitti a Massimo Distefano e tre a Giuseppe Sciurello. Assolto, invece, Claudio Cosentino

Redazione

La prima corte d'assise di Catania ha condannato all'ergastolo il 49enne Ignazio Sciurello, accusato di avere ucciso con quattro colpi di pistola e di avere poi appiccato il fuoco al rivale in amore, Massimo Pappalardo, di 32 anni. Il cadavere carbonizzato fu trovato l'8 marzo del 2015 all'interno di una Toyota Aygo, anch'essa bruciata, in una scarpata lungo la strada provinciale 24, in contrada Poggio Monaco.

Il collegio ha, inoltre, inflitto 24 anni a Massimo Distefano per concorso in omicidio - che ha collaborato in sede di indagini - tre anni a Giuseppe Sciurello per occultamento di cadavere. Assolto, invece, Claudio Cosentino dall'accusa di favoreggiamento personale. L'accusa era rappresentata in aula dai pm Andrea Norzi e Rosaria Molé, del dipartimento reati contro la persona coordinato dall'aggiunto Ignazio Fonzo. 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Paternò, la sera del delitto Pappalardo avrebbe telefonato alla fidanzata dicendole che dovevano interrompere la relazione, ma la donna capì che la chiamata era stata fatta sotto la minaccia di Sciurello. L'uomo, infatti, non avrebbe accettato la fine della storia e perseguitava quotidianamente la donna tanto da costringerla a denunciarlo per stalking

L'inchiesta della procura, in cui sono confluite le registrazioni di immagini di filmati di impianti di video sorveglianza e di esami di tabulati telefonici, ha ricostruito la dinamica con l'uccisione di Pappalardo da parte di Ignazio Sciurello e Massimo Distefano e che poi, insieme a Giuseppe Sciurello, hanno distrutto e soppresso il cadavere utilizzando venti litri di benzina comprata in un distributore di carburanti e portata sul posto con un'altra auto. Sciurello dopo il delitto si è reso irreperibile ed è stato arrestato, il 1 ottobre del 2015, dalla polizia francese nei sobborghi di Parigi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×