Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, superare il Rende per dimenticare Siracusa
Stasera la prima convocazione per Sarno e Marchese

Stasera il Catania  - 20.30 - torna a giocare al Massimino. L'obiettivo è tornare alla vittoria, per scacciare i fantasmi aretusei. Sarno parte dalla panchina: prima da titolare per Di Piazza. Non convocati Ciancio, Llama, Marotta e Rizzo

Giorgio Tosto

Foto di: Filippo Galtieri

Foto di: Filippo Galtieri

Scacciare via il flop di Siracusa, col suo carico di incertezze e inquietudini, per riprendere la marcia verso un obiettivo che non cambia. Andrea Sottil ieri, in conferenza stampa, è stato chiaro in merito all'atteggiamento che deve tenere la squadra in questo momento. Essere più decisa in attacco, correre e contrastare ancora di più, per poi far valere quel predominio tecnico che è indiscutibile. L'arrivo in rosa di calciatori del calibro di Vincenzo Sarno e Matteo Di Piazza, poi, è un incentivo: giocatori come loro, specialisti in promozioni, non possono far altro che iniettare ulteriore dose di mentalità vincente in una squadra che ne ha un gran bisogno. 

A Catania arriva un Rende in netta flessione, reduce da ben sei sconfitte nelle precedenti otto partite di campionato giocate. Gli ultimi tre ko consecutivi, però, non abbattono il tecnico dei calabresi, adesso ottavi in classifica dopo un girone d'andata condotto per larghi tratti nelle primissime posizioni. «Ci sono periodi della stagione in cui i risultati non ti aiutano. Faremo una buona partita - ha affermato mister Domenico Modesto -  ho visto i ragazzi cattivi, attenti e vogliosi di dimostrare il loro valore. Le prestazioni non mi sono dispiaciute, anche se la gente guarda i risultati. Sono super contento della squadra: non è il momento di prendere i ragazzi e metterli sulla croce. Gli esami si faranno a fine anno».

Come capita spesso in questo durissimo Girone C di Serie C, è probabile che anche il Rende, contro un Catania ricco di nomi e dal grande passato, provi a disputare la partita della vita. Sottil sa bene che sfide come questa si vincono imponendo ritmo e corsa, arrivando primi sulla palla, mettendo in campo una ferocia agonistica fuori dal comune. Sarà, di sicuro, un match molto diverso da quel 6-1 che, lo scorso 6 maggio, ha chiuso la stagione regolare del Catania: i rossazzurri avevano infierito contro un avversario che non aveva ormai nulla da chiedere, andando a segno con Mazzarani, Russotto, Rizzo, Di Grazia e una doppietta di Fran Brodic.

Molto probabile che, anche stavolta, l'attaccante croato parta dalla panchina. L'undici titolare schierato da mister Sottil non si discosterà molto da quello che avrebbe dovuto scendere in campo contro il Matera nella gara vinta 3-0 a tavolino. Nel 4-3-3 di mister Sottil, Curiale dovrebbe posizionarsi al centro dell'attacco, supportato da Di Piazza a sinistra e Manneh (o Barisic) dall'altra parte. In difesa spazio a Baraye e Calapai sulle fasce, con Biagianti, Carriero e Lodi che dovrebbero comporre il reparto mediano. I rossazzurri, più che badare alla classifica, dovranno cercare di riacquistare tranquillità e una fiducia nei propri mezzi che, di tanto in tanto, sembra venir meno.

Probabili formazioni

Catania (4-3-3): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Baraye; Biagianti, Lodi, Carriero; Manneh (Barisic), Curiale, Di Piazza. Allenatore: Sottil

Rende (3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sabato; Viteritti, Franco, Bonetto, Blaze; Borelo, Vivacqua, Rossini. Allenatore: Modesto

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×